Positano va avanti la riqualificazione a Fornillo dell’area della scuola Media. Un “Progetto pilota”

0

Positano, Costiera amalfitana . Un “progetto pilota” così lo definisce l’ingegner  Massimo Adinolfi.  E così sta procedendo una delle iniziative pubblico-private più interessanti della Costiera amalfitana “riqualificazione ambientale e risanamento conservativo, con la creazione di attrezzature pubbliche e parcheggi pertinenziali in proprietà Caldiero” – Aree Comunali- Via Pasitea, n. 246.

 

Un intervento virtuoso sia per il pubblico che per il privato quello che sta effettuando la Gemar di Fabrizio Gargiulo, impresa di Piano di Sorrento specializzata nella realizzazione di parcheggi. Il privato si ritroverà con circa 90 posti auto, che rivenduti serviranno a decongestionare il centro  di Positano, e nel contempo vi sarà un miglioramento di un’area lasciata abbandonata a se stessa, con una strada pericolante, ora consolidata, e la realizzazione di un ascensore di accesso alle scuole medie e alla struttura polivalente comunale, con l’abbattimento delle barriere architettoniche, cosa molto difficile in questo paese. Nella parte antistante l’intervento, sulla Via Pasitea, verrà realizzato un comodo marciapiede.

 

I lavori, iniziati nel dicembre 2011, stanno procedendo celermente, considerando le enormi difficoltà logistiche di un cantiere posto nel cuore di Positano.  Per il 2014 è prevista la conclusione dei lavori, ma i responsabili stanno cercando addirittura di anticipare i tempi. A seguire le opere oltre al progettista ingegner Massimo Adinolfi, il geometra Michele Cinque, coprogettista e direttore dei lavori, e l’ingegner Giovanni Imperati con il geometra Luca Cinque come coordinatori per la sicurezza.

 

Da rilevare anche che i lavori, con un esperimento senza precedenti per un lavoro pubblico-privato, sono stati seguiti dal nostro giornale, sia nella presentazione che in itinere, con tanto di servizi video sui progetti e sul cantiere , interviste ai responsabili ed al sindaco Michele De Lucia, documentazione multimediale tutta in rete su www.positanonews.it. Un modo per dar la possibilità a tutti i cittadini di conoscere gli aspetti di questo intervento e per comunicare in maniera corretta con l’opinione pubblica. Anche in questo caso, con la collaborazione fra stampa, comune e privati, possiamo parlare di un “progetto pilota” per la  trasparenza. 

 

Lascia una risposta