Mobilitazione Architetti di Napoli e Provincia primo febbraio

0

Una grande iniziativa promossa dall’Ordine degli architetti di Napoli e Provincia chiamerà alla mobilitazione circa 8500 iscritti operanti nel vasto e complesso territorio di Napoli e della sua provincia sui temi del rapporto tra crisi economica, architettura e trasformazioni urbane. Gli “Incontri” con gli architetti e i territori iniziano venerdì 1 febbraio, alle ore 16,30, a Villaricca, presso la sede di “Napolitano Group”.“L’Ordine napoletano nell’occasione diventerà un organismo professionale itinerante e lo farà in una maniera originale, globale e diretta – ha spiegato il presidente Gennaro Polichetti – incontrando i territori e gli architetti che vi operano e affrontando congiuntamente le emergenze urbanistiche e le problematiche della professione, alla luce di norme in costante evoluzione e di difficoltà operative locali”. Gli appuntamenti previsti sono quattro e si svolgeranno in macroaree in cui è stata suddivisa la provincia di Napoli, quali “Napoli Nord”, “Zona Flegrea”, “Area Vesuviana”, “Penisola Sorrentina”, per poi concludere il ciclo di incontri locali con un grande evento a Napoli dove verranno condensate le conclusioni e tracciati i nuovi scenari futuri di una professione in rapida trasformazione. Durante tutti gli incontri verranno trattati analiticamente i seguenti temi: Crisi economica e nuovi lavori per gli architetti; Nuove forme di organizzazione del lavoro: società professionali, cooperative, reti professionali, etc; i giovani e il lavoro; La committenza e la qualità della domanda; Il cambiamento del ruolo dell’architetto in merito alla riforma delle professioni. Nel dettaglio verranno poi illustrati i temi della pubblicità e assicurazione professionale, del contratto, tariffa e tirocinio ed ancora della formazione continua delle società professionali e inter-professionali ed infine del mercato estero per gli architetti italiani. “Nel corso degli incontri locali – spiega il vicepresidente e coordinatore dell’iniziativa, Pio Crispino – attiveremo un canale di analisi sui temi urbanistici d’interesse dei singoli territori, grazie al contributo qualificato dei colleghi e al supporto del presidente onorario dell’ordine, Vincenzo Meo, docente di urbanistica alla facoltà di architettura”.