PIMONTE-MOVIMENTO 5 STELLE NO ALL´ABUSIVISMO E AI CONDONI – MA UNA SOLUZIONE

0

PIMONTE. «No all’abusivismo edilizio e ai condoni, ma bisogna trovare una soluzione per salvare (dove possibile) le case di necessità dagli abbattimenti». Lo hanno affermato i candidati al parlamento del Movimento 5 stelle, intervenuti domenica sera in un dibattito pubblico svoltosi in piazza Roma. All’appuntamento hanno partecipato, tra gli altri, Roberto Fico e Sergio Puglia, rispettivamente capolista alla Camera nella circoscrizione Campania 1 e leader degli aspiranti senatori del movimento che fa capo a Beppe Grillo.
«Noi siamo assolutamente contrari a qualunque condono passato e futuro – hanno affermato gli aspiranti parlamentari – perché i condoni sono i maggiori responsabili delle cementificazioni disastrose che hanno devastato il nostro territorio. Gli abusi edilizi – continuano – sono da sempre i nodi cruciali dell’illegalità, del ricatto politico, dell’abuso di potere e di gestione. Ma la situazione degli abbattimenti va gestita con molta attenzione». E qui arriva l’apertura sulle prime case. «Acquisite al patrimonio dell’amministrazione – ha affermato Fico – queste abitazioni potrebbero essere date nella disponibilità non patrimoniale a tempo determinato alle famiglie in stato di necessità. Bisogna dunque salvare le abitazioni, se la collocazione geologica e paesaggistica lo permettono e se la statica dell’edificio lo consente. Nello stesso tempo – continua – sarebbe opportuno prevedere l’adeguamento antisismico, l’introduzione di sistemi di efficienza energetica e l’uso di materiali ecocompatibili per le ristrutturazioni».
«Siamo pronti ad incontrare i rappresentanti del Movimento 5 stelle – afferma Michelangelo Scannapieco, leader di Diritto alla casa – per confrontarci sulle idee inerenti il problema. Non vorremmo però che questa posizione sia frutto del periodo di campagna elettorale, visto che in questo mese quasi tutti i politici vogliono salvare le case di necessità. Dopo il voto del 24 e 25 febbraio invece, chi garantirà i nostri diritti?». Intanto nelle prossime settimane le ruspe arriveranno anche a Pimonte: il Comune ha ricevuto 3 ordinanze di abbattimento.

fonte:ilmattino