A Cetara “Zia Maria” festeggia i 100 anni

0

Maria Avallone ha compiuto 100 anni il 27 gennaio 2013, nella sua casa in via Storto Scupolo, accudita dai familiari, e li ha festeggiati in compagnia dei fratelli, dei nipoti e di tanti amici e conoscenti.
Originaria di Cetara, la signora Maria ha sempre vissuto nel paese, prendendosi cura della famiglia e della casa; ancora oggi il pensiero più ricorrente è quello della casa pulita e ordinata.
Alle 12 ha ricevuto la visita del sindaco del paese, Dr. Secondo Squizzato, accompagnato dall’assessore Domenico Di Crescenzo. Il primo cittadino ha avuto “il piacere di consegnare “ una targa ricordo da parte dell’amministrazione comunale e, più in generale, dell’intera comunità cetarese.
100 anni di vita vissuta sono un traguardo che non tutti possono raggiungere e Maria Avallone è una delle poche fortunate del comune di Cetara.
È nata da una famiglia di pescatori prima di nove figli, oggi, vive in casa con la sorella Lina. Non è abbastanza autonoma, però recita il rosario e periodicamente don Nello Russo (parroco del paese) o il diacono Gianfranco Crisconio le impartiscono la comunione e la intrattengono in momenti di preghiera. Ha una memoria di ferro (solo ogni tanto, e da poco tempo, perde qualche colpo), le sue storie incantano i tanti che vogliono ascoltare la sua saggezza, infarcita di stenti superati da tanta voglia di lavorare. La festa sobria, ma allo stesso tempo sentita, è stata organizzata dai fratelli e dai nipoti che l’hanno circondata di affetto.
Zia Maria è una “signorina” cioè non è sposata ma, ci tiene a dirlo, non perché non abbia avuto pretendenti o “partiti buoni” da sposare, la sua è stata una scelta perché, dice, non ha “trovato la persona giusta”, una sorta di “single” “ante litteram”. È tenerissima, quando lo racconta viene alla mente un passo stupendo dello scrittore Erri De Luca: “Ci sono creature assegnate che non riescono a incontrarsi mai e s’aggiustano ad amare un’altra persona per rammendare l’assenza. Sono sagge. Io a vent’anni non conosco gli abbracci e decido di aspettare. Aspetto la creatura assegnata”. Maria Avallone ha conservato l’animo di una ventenne per tutta la vita, il segreto per una vita lunga e serena è proprio questo, se proprio si vuole aggiungere un altro consiglio allora dice di “farsi i fatti propri e mangiare tutto senza esagerare”.