Costiera amalfitana SITA i conti sono a posto bisogna trovar i fondi, Sorrento è la chiave? Su Positanonews in edicola

0

 Costiera amalfitana SITA i conti sono a posto, questo è risultato nell’incontro riservato dell’altro ieri sera fra Sita, Regione Campania, provincia di salerno e Napoli, politici e funzionari, entro il 10 febbraio si deciderà tutto ed  alcuni retroscena li troverete su Positanonews il cartaceo quindicinale  in edicola in Costiera amalfitana e penisola sorrentina. Sta andando avanti la querelle infinita che rischia di far rimanere senza trasporto pubblico dal 10 febbrario la Costa d’ Amalfi ma anche i Monti Lattari con Agerola , Gragnano e Lettere (qui il sindaco è stato molto attivo, molti non lo sanno ma la linea della SITA dipende molto da Napoli) e Massa Lubrense in penisola sorrentina. E’ proprio in penisola sorrentina che si potrebbe trovare una soluzione, perchè la linea EAV Sorrento – Sant’ Agnello – Piano – Meta è un “doppione” della Circumvesuviana , una tratta i cui fondi potrebbero essere dirottati alla SITA , secondo alcuni, ma bisognerà vedere che ne pensano i funzionari regionali, fra cui Botta che è proprio di Sorrento. 

«Abbiamo posto all’attenzione dell’assessore Vetrella – ha spiegato Simone Spinosa, direttore della Sita Sud in Campania – le difficoltà finanziarie cui dobbiamo far fronte per via dei corrispettivi così bassi e non adeguati dal 2002. Per riequilibrare i conti c’è bisogno di un aumento di 75 centesimi di euro per ogni chilometro effettuato». Che vuol dire, passare dagli attuali 1,80 euro a 2,55. «Gli Enti presenti – ha aggiunto Spinosa – hanno confermato di non avere risorse aggiuntive disponibili, ecco perché abbiamo chiesto e ottenuto un incontro urgente con Caldoro, perché è l’unico in grado di disporre misure finanziarie per adeguare il valore dei corrispettivi». La continuazione del servizio di trasporto della Sita Sud sul territorio campano è, quindi, ancora appesa a un filo.