Costiera amalfitana sulla SITA i sindaci si sono impegnati lavorando in silenzio. Comunicato di Andrea Reale

0

DICHIARAZIONE DEL SINDACO DI MINORI ANDREA REALE COMPONENTE DELLA CONFERENZA DEI SINDACI DELLA COSTA D’AMALFI

LA CONFERENZA DEI SINDACI DELLA COSTA D’AMALFI IN TUTTE LE PRINCIPALI TEMATICHE FA LA SUA PARTE: FIANCO A FIANCO AI CITTADINI PER IL BENE COMUNE E PER LA  DIFESA DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELLE COMUNITA’

ANCHE PER LA SITA SIAMO STATI SOLLECITI LAVORANDO IN SILENZIO E TESSENDO RAPPORTI FONDAMENTALI PER RISOLVERE UNO DEI PROBLEMI CHE AFFLIGGE LA DIVINA COSTA DA ANNI.

NON SEMPRE COL CLAMORE E LE SFILATE SI RISOLVONO I PROBLEMI, CI PONIAMO ALL’ASCOLTO E CON DILIGENZA E SOBRIETA’ RAGGIUNGIAMO IMPORTANTI RISULTATI.

 

LA VERITA’ E IL FATTIVO INTERVENTO

 

La Società SITA SUD, con ripetute note ha rappresentato l’intenzione di interrompere i servizi a far data dal 01 Febbraio, ritenendo insufficienti i finanziamenti e non ritenendo vincolanti le proroghe del contratto disposte da Provincia di Napoli, Salerno e Regione.

L’Assessore ai Trasporti già in data 17.12 ha incontrato la Sita, le stazioni appaltanti e le oo.ss.

Nella riunione si è proceduto ad un primo esame delle problematiche esposte e si è concordato un aggiornamento fissato per il 21 Gennaio 2013, dove la Conferenza dei Sindaci ha chiesto ed ottenuto dall’Assessore Ventrella di essere presente alla riunione di lunedì 21 gennaio grazie anche all’impegno dell’assessore provinciale Matteo Bottone che accompagnerà la delegazione dei sindaci a Napoli. Dobbiamo sottolineare che in data 29.12 è stata pubblicata la Legge di Stabilità 228/2012 che all’art. 10 ha previsto un percorso obbligatorio finalizzato alla razionalizzazione dei servizi di TPL in essere sulla base di indirizzi ministeriali da emanarsi entro il 31 Gennaio p.v.

La Conferenza dei sindaci della costiera amalfitana, ha deciso di richiedere alla società sita sud di soprassedere alla sospensione unilaterale dei servizi, nelle more del richiamato procedimento previsto dalla Legge, che dovrà comunque concludersi entro il 31 Maggio e con la partecipazione  dei sindaci della costiera amalfitana, in quanto rappresentanti esponenziali degli interessi del territorio. Una volta scongiurato il pericolo della cancellazione del servizio sita sul territorio della Costa d’Amalfi ci raccorderemo per migliorare la qualità del servizio in quanto la Costa d’Amalfi è terra d’eccellenza e di ospitalità di segmenti di mercato europeo ed extra europeo sempre più esigenti.

Lavoriamo raccordandoci con gli enti sovracomunali, con i sindacati e con la società che fornisce il servizio, senza falsi allarmismi e preintenzionate speculazioni politiche che portano solo a deteriorare quei rapporti fondamentali che la Costa d’Amalfi al di là delle ideologie dei partiti deve inderogabilmente rafforzare per il bene comune e lo sviluppo del nostro territorio.

 

Il Sindaco

 

Andrea Reale