Angri piange Miriana Barbato morta a 17 anni

0

Angri piange Miriana Barbato morta a 17 anni  Resta ancora sotto sequestro a Crotone la salma di Miriana Barbato, la 17enne angrese morta per le ferite riportate in un incidente stradale avvenuto due mesi fa. Il cuore della giovane angrese, infatti, ha cessato di battere la sera dell’11 gennaio scorso, presso l’ospedale di Crotone dove era stata ricoverata. Questa mattina nella città calabrese si dovrebbe svolgere l’esame autoptico, prima del rientro della salma ad Angri per l’ultimo saluto. La competenza ad indagare è in capo ai magistrati della Procura di Nocera Inferiore, che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. La 17enne doriana, infatti, era stata trasferita a Crotone dall’Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, dove era stata ricoverata subito dopo il tragico incidente, perché nella città calabrese è attivo un importante polo neurologico altamente specializzato. In tanti ad Angri in provincia di Salerno attendono l’arrivo di Miriana, per poterle dare un ultimo saluto. La testimonianza dell’affetto che riusciva a catalizzare la giovane è anche sulla sua pagina di facebook, dove da un paio di giorni non fanno che moltiplicarsi messaggi di dolore, di cordoglio, e di incredulità. L’intera città di Angri è fortemente scossa e turbata per questa giovane vita spezzata. In molti in queste ore hanno voluto esprimere ai genitori di Miriana il loro cordoglio. Lo scorso 11 novembre Miriana era uscita per fare un giro in scooter con E.G., 22enne, che era alla guida del motociclo. Sulla vicenda continuano le indagini dei Carabinieri di Angri, guidati dal luogotenente Valcaccia, che fin da subito denunciarono E.G.: i militari rilevarono che lo stesso, al momento dell’incidente, era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.