SORRENTO, NESSUN CALO DI TENSIONE NEL DERBY

0

 

Sarà una partita piccante con la Paganese

 

SORRENTO – Il derby tra Sorrento e Paganese è stato sempre affascinate e piccante ed oggi lo sarà di più a causa della deficitaria classica dei costieri ed a causa di un buco alla Paganese che ha dato i tre punti al Latina.

La vittoria ha dato della serenità in casa rossonera ma anche un certo brio che ha risvegliato qualche sopito sogno e quella speranza di potersi salvare anche direttamente senza passare per la lotteria dei play out che non si sa mai come vanno a finire. La settimana è passata tra sole, vento e pioggia ma con quello stimolo in più di consapevolezza di riuscire con i propri mezzi, ed anche però con la fortuna, fa si che il sogno non sarà una chimera. Ma bando ai sogni o alle chimere, domenica ci sarà da dare il tutto per tutto contro una squadra che in una settimana ha visto svanire dapprima la vittoria interna e poi la ripetizione della gara con i pontini più i suoi due allenatori tutti e due squalificati, Grassadonia ed il suo vice, perciò scenderà all’ ‘Italia’ cercando di rifarsi del terreno perduto. Se le promesse saranno quelle di Gubbio i costieri potrebbero incamerare un’altra vittoria ed avvicinare un Andria che sta in difficoltà e quasi allo sbando perché sta vendendo i pezzi migliori.

MISTER BUCARO – Le premesse che ci sono state in terra umbra: la continuità, il credere in se stessi, la fortuna e la vittoria che ne è conseguita, sono un buon viatico ma per mister Bucaro logicamente “la vittoria da brio ma non dobbiamo pensare a quello che abbiamo ma alla classifica che è deficitaria. Dobbiamo vincere molte partite”. Le amichevoli disputate in questi giorni di festivi sembrano aver dato qualche impronta in più anche perché lo si è visto dal fatto che nonostante si siano affrontate della squadre di categoria minore esse sono state “disputate con intensità, il necessario è la mentalità”. Che se non andrà sulle nuvole e resterà in terra domenica si può fare un altro passo in avanti, perciò “da domenica non ci possiamo permettere dei cali di tensione”. Perché la Paganese “ha ancora delle ambizioni e queste sono partite che bisogna giocare con lo spirito giusto, non possiamo accontentarci. Ed ha dei giocatori che fisicamente sono eccellenti”. La mente con il pensiero va alla seconda di campionato, quando a Pagani i costieri denotarono tutte le loro pecche, anche se bisogna dire che in porta non c’era un Gegè Rossi, per non sminuire Polizzi, o in avanti Bernardo e Musetti, per non mettere in un angolo il buon Cesarini che purtroppo poteva fare quel che poteva. Dicevamo il pensiero va specialmente a come furono presi i due gol con la difesa che lasciò vari spazi liberi nei quali l’ex Fernandez ci mise un buon zampino con la testa. Perciò quei tipi di buchi vanno tappati e sui calci da fermo bisogna avere gli occhi a 360°: “Loro sono forti sui calci piazzati ed hanno una buona struttura fisica. Dobbiamo sfruttare le nostre armi e la velocità”.

LA FORMAZIONE – Per quel che riguarda la formazione il modulo ormai è quello adottato nelle ultime gare: “abbiamo lavorato su quello e sarà esso al 90%”. Rientrerà Di Nunzio e Zanetti forse andrà in panchina, ma tutto lo si deciderà in queste ultime ore. Mister Bucaro però sembra avere già chiaro qualcosa perché “le idee chiare me le danno in settimana, l’importante è avere la rosa ampia, meglio questo perché c’è più scelta”. Qualche pensierino lo da Balzano che ha qualche problema muscolare ma dovrebbe farcela per sgroppare sulla fascia destra, se no sarà pronto Di Dio. La vicenda del calcio scommesse che sta toccando in queste ore Bonomi sembra non impensierire tanto sia la società che il giocatore, perché dice il mister che “si tratta di una situazione non sua. Ho giocato con lui ed è un professionista serio e penso che domenica giocherà”. Anzi in settimana lo si è visto giocare senza problemi ed anche con una certa voglia ed intensità.

L’ARBITRO – La gara al ‘Campo Italia’ sarà diretta dall’arbitro Gianluca Aureliano, di Bologna, che sarà coadiuvato dai guardialinee Fabrizio Tozzi di Ostia Lido e Fabrizio Ernetti di Roma 2.

Ha 32 anni, fa l’avvocato di professione ed è nato a Bologna il 29 febbraio 1980, ed è uno degli arbitri più esperti  della categoria poiché è alla quinta stagione in Lega Pro dove finora ha diretto 76 incontri, 43 in 1^Divisione e 34 in2^. Il suo esordio in 1^Divisione è avvenuto il 18 gennaio 2009 con Pro Sesto-Portogruaro (1-1). In questa stagione ha già diretto sette incontri, tutti di Prima Divisone.

Ha un solo precedente con il Sorrento avendo arbitrato l’incontro casalingo con il Pergocrema del 13 dicembre 2009 terminato a reti inviolate. In quella occasione al 32’ espulse il rossonero Niang reo di un entrata in scivolata troppo decisa. Due i precedenti con la Paganese, entrambi in trasferta. Como-Paganese (3-1) giocata l’11aprile 2010 e la semifinale di ritorno dei playoff della passata stagione, Vigor Lamezia-Paganese (0-1) del 27 maggio 2012. 

     

               Mister Giovanni Bucaro                                 Una formazione della Paganese

     L’arbitro Gianluca Aureliano


GIUSEPPE SPASIANO