Massa Lubrense furto con scasso in tabaccheria con fiamma ossidrica da professionisti proseguono indagini

0

 Massa Lubrense furto con scasso in tabaccheria con fiamma ossidrica proseguono indagini. I carabinieri stanno indagando a tutto vaglio per un furto che non avveniva da un decennio nella cittadina della penisola sorentina. Il furto è avvenuto con modalità da professionisti del mestiere abituati a rapinare tabaccherie, che poi sono categorie sovraesposte visto che hanno beni in deposito ma ci guadagnano poco. L’azione è stata fatta con metodo e qualcuno “sapeva”, al primo piano del palazzo Marcia non c’era nessuno, c’era un cancello aperto da dove poter entrare, la possibilità di entrare da dietro, all’interno le macchinette per i giochi. Positanonews il quotidiano online della penisola sorrentina e costiera amalfitana questa mattina ha seguito le operazioni dei carabinieri di Vico Equense Sorrento e della scientifica di Napoli

E’ stata presa di mira l’edicola-tabaccheria che sorge in viale Filangieri, nella piazza principale di Massa Lubrense, scrive Massimiliano D’Esposito, giornalista de Il Mattino, principale quotidiano della Campania, che gestisce anche un distributore di carburanti a poche decine di metri dal fatto,  il giorno dopo. La gang, molto ben organizzata, è penetrata nell’attività commerciale attraverso una finestra posta sul retro. Gli autori del raid, almeno tre persone, hanno prima asportato una massiccia grata in ferro con la fiamma ossidrica, per poi scardinare la finestra che affaccia sul cortile interno di un parco. Il tutto è avvenuto nel pieno della notte e, nonostante molte finestre dei palazzi vicini affacciassero sul patio, sembra che nessuno si sia accorto di quanto stava accadendo. I ladri una volta forzate le protezioni sono entrati nel negozio e fatto incetta di sigarette e gratta e vinci. Il colpo, in base alle stime effettuate dai proprietari, ha fruttato circa 40mila euro, oltre ad altri mille euro in contanti che si trovavano nel registratore di cassa. A scoprire il furto è stato ieri mattina il titolare dell’attività quando è arrivato per riaprire la tabaccheria. Ha subito capito che qualcosa non quadrava quando ha notato un faretto esterno al negozio inspiegabilmente acceso. Poi una volta sollevata la saracinesca ha visto l’interno a soqquadro ed ha avvertito le forze dell’ordine. Sul posto sono giunti i carabinieri della locale stazione, guidati dal maresciallo Giacomo Sammartano e coordinati dal capitano Leonardo Colasuonno, che hanno effettuato i primi sopralluoghi. In seguito è arrivato anche personale della scientifica che ha rilevato le impronte e tentato di individuare eventuali tracce lasciate dai malviventi. Considerando, però, il modus operandi appare difficile che i ladri abbiano lasciato in giro degli indizi. Il colpo sembra studiato nei minimi dettagli. Sicuramente, nei giorni scorsi, i malviventi hanno effettuato diverse perlustrazioni dell’area per verificare che ci fossero le condizioni per agire indisturbati. Inoltre avevano con loro tutto l’occorrente per forzare la grata e la finestra posizionate a circa tre metri di altezza dal suolo. Un furto eseguito da professionisti, quindi, che è la pista che stanno battendo anche gli investigatori. Nel frattempo si spera di riuscire a rilevare qualche utile indizio grazie alle immagini degli impianti di videosorveglianza della zona (la tabaccheria ne è sprovvista), sia quelli privati – nelle vicinanze ci sono due sportelli bancari -, che di quelli del Comune. Al riguardo il sindaco Leone Gargiulo afferma che «gli apparecchi installati dall’amministrazione erano perfettamente funzionanti, per cui si confida, grazie alle riprese, di riuscire a rilevare qualche traccia che possa risultare utile alle indagini». Fatto sta che il colpo è avvenuto nel pieno del centro cittadino senza che nessuno si accorgesse di nulla. «Per questo motivo – aggiunge il primo cittadino di Massa Lubrense -, ho già previsto un incontro con il comandate della polizia municipale, Rosa Russo e con il capitano dei carabinieri, per chiedere una maggiore sorveglianza del nostro territorio».

Massa Lubrense furto in tabaccheria foto e video