mercoledì 22 ottobre 2014 | Aggiornato alle 11:25

02/10/2012

Scala Costiera amalfitana a Ottobre la festa della Castagna per una grande 37esima edizione VIDEO

 Scala in Costiera amalfitana con il contributo delle associazioni coinvolte dal Comune si recupera una delle più belle feste del tettritorio, a Ottobre si tiene la festa della Castagna per una grande 37esima edizione. E' sicuramente il posto migliore dove trascorrere questi week end autunnali per uno degli eventi più belli e veri della provincia di Salerno e della Campania. Clicca "video" sulla barra in alto o vai in allegato o nel canale you tube di Positanonews TV per vedere un servizio sulla Festa della Castagna del nostro operatore Giovanni Russo

  Due i week-end di ottobre in calendario: 13 e 14; e 20 e 21. Per una delle manifestazioni popolare tra le più radicate ed attese eventi popolari del comprensorio, che riconosce nella castagna il prodotto principe del centro più antico della Costa d'Amalfi. «Già da diversi anni per la festa della castagna si è voluto un cambiamento non solo formale e lessicale ma di sostanza - fanno sapere dalla Pro Loco -; l'originario titolo della manifestazione da "Sagra della castagna" è dunque "Ottobre Festa della castagna". Ormai si fa sempre più fatica a registrare l'inarrestabile quantità di sagre e sagrette paesane che prolificano nella regione e che non servono ad altro che a soddisfare appetiti e che nulla hanno a che vedere con la promozione del territorio». La manifestazione scalese, nata come sagra ad iniziativa di un gruppo di giovani volontari, successivamente curata sempre dalla Associazione Pro Loco con il patrocinio dell'Ept di Salerno e la collaborazione del Comune di Scala, ha raggiunto una vasta popolarità in campo nazionale ed internazionale, diventando un appuntamento fisso nel panorama degli eventi organizzati in Costa d'Amalfi. Trattandosi, infatti, di un territorio ad attrazione mondiale, la manifestazione non poteva che migliorarsi nel corso degli anni per raggiungere livelli qualitativi elevati, fermo restando il raggiungimento degli obiettivi culturali, economici e sociali. La valorizzazione del prodotto castagna, come peculiarità caratterizzante del territorio, la difesa della produzione, la conservazione delle buone pratiche, l'enogastronomia legata alle tipicità locali, la riscoperta delle tradizioni e della cultura insieme alla promozione del territorio in tutti i suoi molteplici aspetti. Questi gli obiettivi fissati e perseguiti costantemente con verifiche in ordine alla affluenza e alle presenze turistiche che fanno registrare un aumento considerevole e costante negli alberghi in un periodo destagionalizzato in Costa d'Amalfi. La manifestazione, articolata con la formula week-end, si svolgerà nei giorni 13, 14 e 20 e 21 Ottobre. Quest'anno come momento di approfondimento verrà proposto, in collaborazione con la Provincia di Salerno, la Comunità Montana, del Parco regionale dei Monti Lattari, del Comune di Scala, di Ravello e di Tramonti, delle Associazioni castanicole e del Servizio Fitosanitario Regionale, un incontro informativo-divulgativo sul cinipide del castagno che ha attaccato violentemente i nostri castagneti. La manifestazione, infine, si concluderà con un convegno di studio su "Gerardo l'Ospedaliere di Gerusalemme" previsto per venerdì 7 dicembre p.v., organizzato in collaborazione con il Centro di Cultura e Storia Amalfitana per la stampa e presentazione degli atti del Congresso internazionale di studi sul "Beato Gerardo Sasso di Scala". Nel corso dei due fine settimana si disputerà il "Palio delle Contrade", una sorta di torneo articolato nelle diverse discipline degli antichi giochi popolari scalesi (trocchiello, strummolo, cerchio, corsa nei sacchi, tiro alla fune, palo della cuccagna, etc.) al quale prendono parte i giovani delle sei contrade di Scala (Campidoglio, Minuta, San Pietro, Santa Caterina, Pontone e Scala-Centro). Ma il momento più atteso è senza dubbio la corsa degli asini che, montati da 'fantini' senza sella, gareggeranno sul percorso del centro cittadino, davanti ad un folto pubblico di spettatori incuriositi e al tempo stesso affascinati. Al termine dei giochi, i caratteristici chioschi allestiti in piazza Municipio proporranno il prodotto castagna trasformato nei più svariati modi (caldarroste, castagne del prete, dolci di castagne, castagnaccio, marmellate di castagna, etc.), offrendo anche ai numerosi visitatori la possibilità di gustare piatti tipici della cucina locale, sapientemente preparati dalle massaie scalesi e dai tanti volontari che si adoperano per la realizzazione di questa grande festa. Le serate saranno allietate da musiche tradizionali, ed il programma definitivo verrà reso noto nelle prossime settimane.

Articolo con programma nella sezione eventi Costiera amalfitana e nel calendario delle manifestazioni della Campania di Positanonews 

Inserito da: Redazione PN

Diventa fan di Positanonews

»» Visualizza tutti ««
LA SETTIMANA
SERVIZI