Apre il porto Marina d´Arechi E´ una speranza per il Sud

0

Cerimonia inaugurale a Salerno: consegnati i primi 480 posti barca sui mille previsti. La soddisfazione di Gallozzi, taglio del nastro con il sindaco De Luca: “Una speranza per il Sud”
Imbarcazioni attraccate al Marina dArechiImbarcazioni attraccate al Marina d’Arechi

Il porto di Marina d’Arechi, a Salerno, è finalmente una realtà. Sono stati consegnati oggi i primi 480 posti barca sui mille previsti, che saranno completati la prossima estate. A progettare il porto salernitano è stato l’ingegnere siciliano Guglielmo Migliorino, mentre per le opere a terra ci si è avvalsi nientemeno che dell’l’architetto spagnolo Santiago Calatrava.

La struttura, realizzata senza alcun contributo pubblico a fondo perduto, grazie a 120 milioni di euro di investimento privato e un pool di banche che ha deciso di credere nel progetto, una volta a regime darà lavoro a 600 persone. Il porto sarà in grado di ospitare maxi yacht fino a 100 metri, uno specchio acqueo di 340 mila metri quadrati, 21 pontili per uno sviluppo complessivo degli ormeggi di circa 5mila metri lineari. Gli spazi commerciali e d’intrattenimento hanno a disposizione uno sviluppo di 8.700 metri quadrati, 27 mila metri quadri sono per aree verdi, giardini e passeggiate, la capacità di parcheggio è pari a 1000 posti auto.

”Una grande opera come la nostra può nascere solo se si dispone degli ingredienti giusti: una squadra straordinaria, la determinazione e il coraggio di un’impresa e una visione che scruta il futuro oltre l’orizzonte”: così un emozionato Agostino Gallozzi ha presentato a Salerno il primo lotto del porto Marina d’Arechi, con la consegna dei primi 480 posti barca sui mille previsti, che saranno pronti la prossima estate.

”A causa della burocrazia – spiega il presidente di Marina d’Arechi Spa – ho aspettato oltre dieci anni prima di vedere la realizzazione di questa opera, e se non fossi stato un imprenditore della mia terra non avrei atteso tanto. Ne è comunque valsa la pena. Perdersi nel tramonto che ha come sfondo la Costa Amalfitana non ha prezzo. Questo porto – rimarca Gallozzi – è il meglio che si possa trovare sul mercato, per l’altissima qualità e la professionalità dei nostri addetti. Non abbiamo trascurato l’attenzione all’ambiente, visto che i 5 km di ormeggi sono stati realizzati tutti con legno riciclato”.Un pianista su una piattaforma in mezzo al mare ha accolto le centinaia di persone che hanno partecipato all’inaugurazione di questo porto che sembra quasi sospeso tra cielo e terra e che, una volta ultimato, sarà l’unico Port Village del Mediterraneo, con una sala lettura, un parco giochi, zone ricreative, negozi, ristoranti, bar e tanto altro ancora.

”Mi emoziona – ha sottolineato il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca – pensare che poco più di un anno e mezzo fa qui non c’era nulla. Ora attendiamo il completamento della struttura centrale ideata dall’architetto Calatrava che ho voluto io per il progetto del porto. Tra un anno e mezzo assisteremo al completamento di questa opera orientata verso la Costa Amalfitana, per dialogare con Piazza della Libertà, con il Crescent e con la Stazione Marittima di Zaha Hadid”.

Dopo i discorsi, gli applausi, i progetti per il domani, cinquecento palloncini sono stati lanciati in cielo mentre il sole si preparava a scomparire tra le onde verso la Costa d’Amalfi. Un’immagine suggestiva quanto il nuovo porto Marina d’Arechi che coniuga un’architettura futurista con un’anima di sogno.

(07 giugno 2012) fonte LA CITTA

Lascia una risposta