SORRENTO. UCRAINO GRAVISSIMO AL MOSCATI. NON ERA RISSA, MASSACRATO PER SCOMMESSA. ECCO I NOMI

0

Marco Schisano 28 anni e Gennaro Agrillo 35 anni sono stati sottoposti agli arresti domiciliari e G.B. 31 anni è stato denunciato per la vicenda della rissa in penisola sorrentina, che poi sarebbe risultato trattarsi di un’aggressione per scommessa, avvenuta l’altra notte a Sorrento per futili motivi (pare calcistici). Nell’occasione un 32enne ucraino è stato circondato da 4 balordi che lo hanno pestato a sangue anche con l’utilizzo di un oggetto contundente; ricoverato prima a Sorrento poi al Moscati di Avellino, giudicato grave ma non in pericolo di vita, ha riportato vari danni a cranio, costole e volto. Le sue deposizioni e le telecamere sorrentine avrebbero già permesso l’identificazione dei balordi della zona. Ora i turisti hanno paura a uscire di notte. Si chiede alle p.g. locali di fare anche i turni serali e notturni come le volanti, anzichè solo mattine e pomeriggi.