mercoledì 01 ottobre 2014 | Aggiornato alle 01:40

Salerno - News

articolo letto:

637

volte

06/06/2012

De Luca e Renzi, da Salerno l´ultimatum al Pd di Bersani

Le Province vanno eliminate come pure bisogna modificare il patto di stabilita. E' quanto ha affermato questa sera a Salerno, il sindaco Vincenzo de Luca, nel corso dell'incontro con Matteo Renzi che ha presentato al salone dei Marmi di Palazzo di Città il suo libro dal titolo ''Stil Novo''. De Luca non ha risparmiato critiche aspre ai gruppi dirigenti nazionali. ''Vedo - ha detto - una profonda divaricazione tra le urgenze di chi opera direttamente sul territorio ed i gruppi dirigenti nazionali''. ''Abbiamo bisogno di rotture - ha concluso - abbiamo un gruppo dirigente autoreferenziale''. ''Chiederemo alla segreteria nazionale del Pd che il 95 per cento dei candidati al Parlamento si decidano sui territori e non a Roma", ha continuato De Luca. ''Se qualcuno si permetterà di paracadutare candidati da Roma, non decisi dai territori - ha affermato ancora De Luca - io sarò tra quelli che voteranno contro''. ''Le primarie non c'è bisogno di chiederle, fanno parte delle regole del gioco del Pd. E' naturale quindi che il Partito Democratico per scegliere il proprio leader, i propri candidati, i propri parlamentari, deve fare le primarie''. Lo ha detto Matteo Renzi a margine dell'incontro di stasera a Salerno. ''Non sarà la Direzione Nazionale del Pd il luogo deputato a decidere le primarie - ha sottolineato Renzi - ma sarà l'assemblea nazionale del partito. In direzione nazionale andremo ad ascoltare ciò che ha da dire Bersani. Credo - ha aggiunto - che Bersani sia il primo a sapere che deve fare le primarie ed abbia voglia di farle. Sono molto convinto - ha concluso - che Bersani abbia desiderio profondo di fare le primarie.

LA CITTA

Inserito da: Michele Pappacoda

Diventa fan di Positanonews

»» Visualizza tutti ««
LA SETTIMANA
SERVIZI