Sanità/Palagiano (IDV): “Corruzione: Balduzzi riferisca in Parlamento”

0

“L’allarme lanciato questa mattina dalla Corte dei Conti non può lasciare indifferente il Governo ed in particolare il Ministro della sanità Balduzzi che ha il dovere di annunciare al Parlamento quali misure egli intende mettere in atto per contrastare la dilagante corruzione, vero cancro della sanità italiana”. Lo dichiara l’On. Antonio Palagiano, responsabile nazionale sanità dell’Italia dei Valori, commentando le parole di Luigi Mazzillo, presidente di coordinamento delle Sezioni Riunite in sede di controllo della Corte dei Conti, che questa mattina ha presentato a Montecitorio il Rapporto 2012 sul coordinamento della finanza pubblica.
L’Italia dei Valori ha più volte sollecitato il Ministro a rivedere le priorità in ambito sanitario considerando la lotta alla corruzione come strumento cruciale e non più differibile per far sì che i 108 miliardi di euro destinati a finanziare il SSN non finiscano, in parte, nelle tasche di politici e funzionari corrotti. Nella triste classifica mondiale degli Stati più corrotti stilata da Transparency International per il 2011” prosegue Palagianol’Italia si trova al 69° posto su 182 paesi presi in esame. E se la legge che dovrebbe combattere la corruzione non riesce ancora a decollare, Balduzzi si assuma le sue responsabilità e, nell’ambito delle proprie competenze, vari misure efficaci di contrasto al malaffare”.
“In un momento così drammatico da un punto di vista finanziario, in cui negli ospedali mancano garze e antibiotici e si annunciano ulteriori tagli, il Ministro non può lavarsene le mani e trincerarsi dietro le autonomie regionali. Perciò” conclude il deputato IDV “esca dall’ambiguità e venga a riferire in Parlamento comunicando i dati in suo possesso e definendo quali misure intenderà adottare per tutelare realmente la salute dei cittadini italiani, gli unici a pagare per questa vergognosa situazione”.