Sorrento Calcio – MSC, a stretto giro l’incontro

0

E questione di ore con il mercato che incombe

 

 

SORRENTO – La delusione è stata quasi smaltita e l’incontro che deve sancire il futuro immediato della squadra rossonera ci sarà in queste ore o probabilmente in questa settimana per gettare le basi di un’annata che vedrà probabilmente giocare le gare interne in campo neutro per i lavori al Campo Italia.

 

Le premesse sembrano esserci tutte per dare una svolta e mettere prima di tutto a regola un impianto che già da circa trent’anni deve avere un terreno di gioco regolamentare ed anche una tribuna centrale tipo quella del ‘Giraud’ di Torre Annunziata. E poi l’attesa riconferma del binomio Sorrento Calcio-MSC, ossia tra il presidente Mario Gamdardella e l’armatore Gianluigi Aponte.

 

Già le dichiarazioni rilasciate dal vice presidente Gambardella nei giorni scorsi hanno dato una certa serenità che di questi giorni lo scorso anno non c’era, anzi il Sorrento era scomparso dai campionati professionistici. Oggi il vice presidente Attilio Gambardella ribadisce sottolineandolo che “non stiamo smantellando, chi dice il contrario è in malafede. Non prenderemo né l’Avellino né ci interessa tornare alla guida della Nocerina”. Ma quello che ci tiene a far scrivere in rosso e che “è Inutile parlare del passato, quel che è stato è stato. Si deve guardare avanti. Come? Stiamo valutando tutto, ogni minimo dettaglio. Ma sia chiaro. A Sorrento non si stanno levando le tende, non c’è aria di smobilitazione. La nostra è una maglia ambita e lo sarà ancora, sempre e comunque”. Insomma un canale già si è scavato nel quale poter far scorrere senza dighe l’acqua per poter irrigare la prossima stagione. L’altro probabilmente lo scaverà la MSC riconfermando il suo sostegno e con l’unione dei due canali si riprenderà la strada intrapresa, anche se ci sarà qualche sofferenza e difficoltà poiché si dovrà giocare lontano da Sorrento.

 

Così, continua il vice presidente, “nei prossimi giorni ci saranno sicuramente delle novità. Faremo il punto della situazione presto e ci schiariremo le idee. A partire proprio dalla MSC con cui è in piedi da anni una partnership allestita per il bene esclusivo del Sorrento. Sensazioni? Credo che a stretto giro il tutto verrà approfondito, magari con qualche vertice”.

 

Dopo le rassicuranti parole del vice presidente Attilio Gambardella, sempre in questi giorni, convalidate anche in consiglio comunale, ci sono state quelle del sindaco Cuomo sulla questione stadio. Un impianto che deve adeguarsi alle normative della Lega Pro dopo aver ricevuto anche un anno fa la deroga per disputare sul sintetico di via Califano il campionato di Prima Divisione. Ma adesso non c’è più possibilità di ricevere l’ennesimo permesso della serie. E per questo che il comune sta accelerando i tempi a stretto giro ed il sindaco ha ribadito che “l’intenzione di appaltare i lavori è concreta e rassicuro tutti sulla volontà di ristrutturare il campo il prima possibile per renderlo più funzionale, per tutti”. Ma sottolinea che “il Campo Italia è una struttura da adeguare. Nelle attuali condizioni non può ospitare il campionato di Prima Divisione del Sorrento, purtroppo che è stato eliminato dai playoff per la promozione in serie B. Serve un restyling e l’amministrazione sta lavorando per far aprire i cantieri il prima possibile. La scelta è di ricorrere al leasing in costruendo, possibilità che permetterà alle opere di non gravare sul patto di stabilità. Stiamo incontrando diversi istituti bancari interessati a partecipare all’operazione. Il Campo Italia non potrà più avere deroghe dalla Lega Pro. Quindi assolutamente bisogna fare i lavori”. Parole secche e chiare che non dovrebbero lasciare nessun dubbio.

 

Nel frattempo che si parla di tutto questo già il mercato incombe ed i pezzi pregiati fanno gola come il buon vino.  Il portiere Generoso Rossi è corteggiato dalla Ternana neo promossa in serie B che è disposta a mettere al sicuro i pali con un elemento di esperienza e di qualità. Il portiere prima di prendere qualsiasi decisione attende una chiamata dalla dirigenza per discutere eventualmente di un rinnovo di contratto.

 

Sul bomber Ginestra sta lavorando a fari spenti il Benevento che è intenzionato a sorpassare la concorrenza dei cugini dell’Avellino, da tempo operativi pure sul conto del centrocampista Rafael Bondi. Carlini piace molto al Benevento, è in scadenza di contratto con il Sorrento e probabilmente non dovrebbe esserci il rinnovo. Mentre anche Scappini dovrebbe accasarsi in qualche altra squadra perché forse il Sorrento non farà valere l’opzione del prestito con diritto di riscatto sulla metà del cartellino. 

 

                 

Vice presidente Gambardella                       Sindaco Giuseppe Cuomo

    Campo Italia

 

 

GIUSEPPE SPASIANO

 

Lascia una risposta