SORRENTO PARTECIPA ALLA 57 REGATA DI AMALFI

0

I due Ducati, quello di Amalfi e di Sorrento, si incontrano e fanno rivivere momenti storici medievali, non certamente in maniera nostalgica ma in prospettiva rievocativa, quanto mai necessaria oggi per tirar fuori la vera Amalfi sommersa di limoni e chincaglierie, e far svettare il Duomo e la torre dello Ziro, i galeoni e Ibsen e la storia, quella vera, raccontata dal Centro Amalfitano e da Giuseppe Galasso, in programma nei convegni.

Infatti, grazie ad una collaborazione instauratasi con Andrea Cretella, dirigente dell’ufficio economato di Amalfi, nonchè organizzatore appassionato delle regate storiche, non solo in casa, ma anche nelle altre Repubbliche Marinare, e Lucio Esposito, vedremo regatare di contorno alla manifestazione anche le vele latine e gozzi sorrentini; le hostess che incontrerete all’accoglienza nei vari punti provengono dal gruppo sorrentino del Corso di infopoint del Comune di Sorrento e tra i partecipanti al corteo storico qualche figurante sarà sorrentino.

Insomma, possiamo parlare di una apertura e di un forte incremento a questa grande festa del mare, del medioevo e della storia, della cultura. Storia che si svolgerà in mare, come necessario che sia, perché gran parte della storia di Amalfi è a mare, in tutto il Mediterraneo. Anche l’agone tra gli equipaggi remieri quest’anno è alle stelle, la preparazione è incominciata subito dopo quella gara di Venezia, dagli strani risvolti, in cui Amalfi vincitore viene, per diplomazie e relazioni non chiare, esclusa.