A Cava de´ Tirreni nasce l´ONLUS "Amici di Neurologia Pediatrica" in aiuto dell´U.O. dell´ospedale S. Maria dell´Olmo

0

Stamane nella Sala Consiliare del Comune di Cava de’ Tirreni è stata presentata alla cittadinanza l’associazione Onlus Amici Neurologia Pediatrica “Carlo Sorrentino”, nata per sostenere l’Unità Operativa dell’Ospedale S. Maria dell’Olmo.

 

La dott.ssa Grazia D’Adamo presidente dell’associazione e medico del reparto ha brevemente parlato del dr. Carlo Sorrentino primario di Pediatria e figura conosciuta per le sue doti umane e professionali e predecessore del prof. Basilio Malamisura attuale primario del reparto di Pediatria e presidente onorario dell’associazione.

 

Malamisura ha descritto il reparto che è suddiviso in due specializzazioni Neurologia pediatrica e il centro di orientamento regionale per la celiachia e malattie gastrointestinali.

 

L’excursus storico è servito per arrivare al punto fondamentale, ossia come occorra integrare l’Ospedale con il territorio, passo necessario per la sopravvivenza della struttura. “Questo gruppo ha iniziato a organizzarsi, a fare rete – ha sottolineato il professore – evitando così il disagio ai pazienti e alle famiglie dei viaggi della speranza. Siamo partiti da un approccio diverso cercando di migliorare la qualità e ciò grazie alla formazione e all’adeguamento tecnologico. Il reparto si è dotato di EEG stations (ossia gli elettroecenfalogrammi) che permettono di monitorare i piccoli pazienti. Siamo uno dei pochi in Campania ad averli. È stata creata l’info-line per aiutare i pazienti. Tutto lo staff dai medici agli infermieri lavora attivamente per rendere il reparto sempre più efficiente. Statisticamente il 70 % dei pazienti soffre di epilessia, il 20 di cefalee e il restante 10 di altre malattie e attualmente con il passaggio al Ruggi d’Aragona abbiamo anchela Terapia IntensivaNeonatale. Il nostro lavoro è ancor più degno di nota perché si tratta di personale non completamente dedicato e il successo è ancor più evidente grazie al rapporto speciale reparto- pazienti, grazie agli spazi dedicati ai bambini . prezioso l’apporto della Fondazione Sorrisi che settimanalmente anima il reparto e certe volte i bambini non vogliono essere dimessi perché vogliono assistere allo spettacolo. Ringrazio anchela ONLUS Solidarietàe Salute che ha donato un life monitor. Mi preme sottolineare che la nuova Associazione è di supporto e non supplisce alle istituzioni”.

 

La dott.ssa D’Adamo ha parlato di come l’associazione sia nata per volontà dell’Unità Operativa di Pediatria e il motivo ispiratore può essere racchiuso in questo slogan “Fare di più, fare meglio, fare insieme con entusiasmo.”

 

L’idea della ONLUS è nata quando si è sentita maggiormente la difficoltà di avere risorse, ma nello stesso tempo forte era la solidarietà nei confronti del reparto di pediatria. “tantissimi ci sono stati vicini come ad esempio gli sbandieratori. Le donazioni e il mio desiderio personale di fare qualcosa in più dopo una esperienza di solidarietà in Kenia sono stati di spone per fondare l’associazione. Quattro le direttrici:la Salute,la Cultura, il Volontariato e la Solidarietà. Salute: abbiamo creato una rete con il Gaslini e altre grandi realtà di terzo livello per evitare il disagio ai pazienti. C’è bisogno di apparecchiature moderne e di revisioni continue, l’info-line deve essere potenziata, l’archivio dati deve essere digitalizzato. Sul fronte della Cultura occorre aggiornarsi e fare seminari con i medici di base e nelle scuole, creare un sito e potenziare i contatti interdisciplinari, organizzarsi per dare consulenze via e-mail, creare gruppi di sostegno a i genitori e creare momenti di incontro con altre associazioni. Solidarietà è soprattutto creare uno sportello per esemplificare le procedure e aiutare i pazienti nelle pratiche amministrative per ricevere i supporti che per legge devono avere, ma che la burocrazia rende difficili da ottenere. Volontariato fare iniziative artistiche e pubblicitarie per raccogliere fondi.”

 

Una madre e un padre di piccoli pazienti hanno voluto testimoniare la grande professionalità del reparto e di come i loro figli siano ancora vivi proprio grazie al lavoro dei medici. “Ho trovato una famiglia vera dai medici agli infermieri – ha affermato la mamma”

 

Presenti oltre a un folto pubblico il vice-sindaco Vincenzo Lamberti, il dr. Luigi Napoli Napoli consigliere provinciale, il dr. Giovanni Baldi consigliere regionale che hanno portato il saluto delle istituzioni. Anche la  dott.ssa Grazia Gentile responsabile del Distretto Sanitario e l’ex direttore generale dell’ASL Raffaele Ferraioli hanno portato il loro ricordo del dr. Sorrentino, maestro di molti medici che ora lavorano all’U.O. di Cava. In particolare il dr. Mauro Buretta vice-presidente dell’ONLUS ha voluto ricordare il dr. Sorrentino. La vedova prof.ssa Adriana Sgobba ha ricevuto una benemerenza in ricordo del marito.

 

Al termine sono stati consegnati alcuni attestati di benemerenza ai soci onorari dell’associazione,

 Magrina Di Mauro