Sorrento, “problema casa” per i cittadini? E´ l’ultimo dei problemi dell’amministrazione comunale!

0

 

Sono passati oltre 5 mesi dall’11 dicembre 2011, data in cui l’Italia dei Valori presentò all’amministrazione comunale, attraverso un nota dell’avvocato Giovanni Antonetti, responsabile del partito in penisola sorrentina, la proposta della creazione del “Fondo Comunale Affitto Sociali per fronteggiare l’impossibilità di realizzare nuove edificazioni popolari, se si eccettua la mera ipotesi della zona in località Casarlano e gli elevatissimi canoni di locazione delle abitazione. Risposte? Allo stato nessuna, totale silenzio e disinteresse.

 

Qualcuno ci accusa di essere sempre critici e mai propositivi” dichiara Antonettiniente di più falso e poi anche in questo caso abbiamo avuto l’ennesima riprova della totale incapacità di ascolto ed assenza di dialogo da parte dell’amministrazione nei nostri confronti, impegnata in tutte altre vicende, dal bando per gli info point ai bagni chimici alla Regina Giovanna, passando per il Vallone dei Mulini, il parcheggio di via Rota e, da ultimo, il rimpasto in giunta. Incredibile! I problemi dei cittadini sono altri, ed ormai la maggioranza politica di centrodestra sembra totalmente distaccata dalle esigenze dei cittadini. Quali? Su tutti il dramma casa e la ristrutturazione della scuola “Vittorio Veneto”, quest’ultima un vero e proprio scandalo alla luce del sole.

 

Quanto al problema casa” continua l’esponente dipietrista “è ormai tristemente noto il disagio di tante famiglie sorrentine che, non avendo un’abitazione di proprietà, quotidianamente si trovano a fronteggiare improponibili canoni di affitto che, secondo le stime incrociate del Listino Ufficiale della Borsa Immobiliare di Napoli e dell’Agenzia del Territorio (O.M.I.), si aggirano intorno ai 13-18 euro al metro quadrato, per un immobile sito in centro (Corso Italia, via Degli Aranci, etc.) e da 8 a 12 euro al mq. per una casa in zona periferica (località Priora, Casarlano, Cesarano); se a ciò aggiungiamo la presenza di un numero spropositato di attività di “bed & breakfast”, talvolta anche irregolari, che di fatto sottraggono molteunità al mercato degli affitti immobiliari di necessità, è comprensibile il disagio di tante famiglie.

 

L’Amministrazioni Comunale di Sorrento alla data del 31 dicembre 2011, ha incassato oltre 2 milioni e 300mila euro derivanti dalla vendita di circa 14 immobili comunali. Ci chiediamo perché neanche un euro è stato destinato alla creazione di un fono di sostegno comunale alla locazione, da affiancare al fondo nazionale previsto dall’art. 11 della Legge 9 dicembre 1998 n. 431. E’ per questo” conclude Antonettiche continuiamo a chiedere con forza, ancora una volta, che venga accolta la proposta dell’Idv, di fornire un contributo economico a favore dei cittadini che pagano, nei confronti di proprietari privati, affitti elevati; con la creazione, appunto, di un apposto fondo, previsto in bilancio, procedendo alla distribuzione dello stesso, senza troppi problemi burocratici attraverso un bando pubblico, aperto e correttamente divulgato tra la popolazione, a favore di famiglie e giovani coppie il cui reddito sia al di sotto di un determinata soglia debitamente documentata”.