A POSITANONEWS IL PREMIO SCUGNIZZO D’ORO 2012 ANGELA LUCE STAR DELLA SERATA. FOTO

0

IL DIRETTORE DI POSITANONEWS RICEVE IL PREMIO DALLA N.D. ITALIA GAETA NICOLARDI, L’ATTRICE ANGELA LUCE RICEVE IL PREMIO DAL GIORNALISTA CAPO UFFICIO STAMPA ALBERTO DEL GROSSO

 clicca su FOTO per vedere le immagini

– NAPOLI, 21 MAG – All’avvocato dell’informazione online, Direttore di Positanonews, è andato il “Premio Scugnizzo d’oro 2012” per il settore giornalismo online, consegnato dalla N.D. Italia Gaeta Nicolardi.

Positanonews, il quotidiano online della Costiera amalfitana e penisola sorrentina, ha avuto l’onore di ricevere un ambito riconoscimento in Campania perché rappresenta uno dei pochi media non allineati della costa d’Amalfi, di Sorrento e non solo”.

Nella sala congressuale dell’American Hotel molti volti noti, per la cerimonia di conferimento dei riconoscimenti, ma più di tutti brillava la cantante e attrice napoletana Angela Luce che ha catturato tutti gli sgurdi e gli applausi mentre raccontava gli aneddoti con i grandi dello spettacolo da Eduardo a Pupella Maggio, da Totò a Pupi Avati. Dalla canzone, al teatro, al cinema per finire con le poesie di un suo libro, Angela Luce si è dimostrata un’artista a tutto tondo. Il premio ad Angela Luce è stato consegnato dal giornalista Alberto Del Grosso, Capo Ufficio stampa dell’Accademia di Alta Cultura “Europa 2000”.

Tra gli altri, premiati anche il Procuratore Generale della Corte Suprema di Cassazione Roma, Vitaliano Esposito, il giornalista Leandro del Gaudio del Mattino di Napoli, Gianfranco Coppola, giornalista della RAI di Napoli, Giorgio Matteucig, professore di scienze naturali, Massimo Candela, primario e direttore del Reparto Ortopedico Ospedale di Paola e l’attore Franco Gargia.

“Lo Scugnizzo d’ Oro”, manifestazione giunta alla 31esima edizione, premia coloro che si sono distinti nel campo dell’editoria, dell’imprenditoria artistica, delle scienze giuridiche e religiose, della regia televisiva, del giornalismo, della letteratura, delle arti figurative, della medicina, dello sport, della poesia, attività culturale e artistica, dell’associazionismo, del teatro, del turismo, dell’archeologia e della cinematografia.

La manifestazione, coordinata dalla giornalista Antonella Tretola, è stata organizzata dall’Accademia di Alta Cultura “Europa 2000”, che è detentrice del premio “Scugnizzo D’Oro”, istituito nel 1979. La manifestazione ha l’adesione della presidenza della Repubblica e del Senato e la tutela del Ministero dei Beni e delle Attività culturali.

I nominativi scelti per il conferimento dello Scugnizzo d’Oro – spiegano gli organizzatori – sono proposti e discussi nelle riunioni collegiali del Senato Accademico di Alta Cultura di Europa 2000. Per i nominativi approvati, viene chiesto l’invio del curriculum vitae che è esaminato dal Senato Accademico e se approvato all’unanimità, viene chiesta all’organo competente del Ministero, l’adesione al conferimento del premio”.

Il “Premio Scugnizzo d’Oro 2012” è registrato all’Ufficio della Proprietà Letteraria, Artistica  e Scientifica, decreto n° 240149/1979 della Presidenza Consiglio dei Ministri.

L’Accademia è presieduta dall’Avv. di Cassazione Alfonso Pagliano del Foro di Napoli e dal vice presidente magistrato Sergio Zazzera. Le pubbliche relazioni sono delegate al professore Mimmo Piscopo. Presidente della manifestazione: Salvatore Alfieri, Primario e Direttore della divisione ortopedica e traumatologica Ospedale di Lagonegro. Presidente Onorario della cerimonia Italia Gaeta Nicolardi. Coordinatrice della Cerimonia è stata la giornalista Antonella Tretola. Il Capo Ufficio Stampa della manifestazione è stato il dott. Alberto Del Grosso, giornalista e Delegato Provinciale di Napoli dell’Accademia Europa 2000.

Nel corso della cerimonia vi è stata anche l’investitura dei nuovi Accademici dell’Europa 2000. Il Direttivo dell’Accademia, attraverso questi riconoscimenti, intende consacrare un momento emotivo di tutto ciò che la vita propone con il gusto di un momento lieto e di riconoscenza ai conferiti che si temprano continuamente alla scuola della “presunta saggezza”.

La cerimonia è stata intervallata da musiche e ritmi partenopei che hanno dato alla manifestazione un tocco di vivacità e allegria, particolarmente col gruppo della posteggia che ha coinvolto con le sue canzoni napoletane il pubblico in sala.

Lascia una risposta