Cstp, Rossana Lamberti: «Ora ringrazio anche io»

0

Venerdì sera si è tenuto nella nostra città un incontro-convegno sul Cstp, presenti il sindaco Marco Galdi e il presidente dello stesso Cstp, Mario Santocchio. Ci sono stati ringraziamenti ed elogi per Galdi, soprattutto da parte di Santocchio; ci sono stati ringraziamenti ed elogi per Santocchio, soprattutto da parte di Galdi. Infine ci sono stati ringraziamenti ed elogi per Cirielli e tutto il centrodestra da parte tanto di Galdi che di Santocchio. Potrei ringraziarli anche io per i tentativi di salvare qualcosa del Cstp; ma non lo farò perché insieme a Caldoro e a Cirielli sono gli autori della situazione in cui oggi versa il Cstp: ci sono, tra loro, quelli che hanno tagliato i fondi che spettavano all’azienda (Caldoro e Cirielli), quelli che glielo hanno permesso (Galdi e Santocchio) e chi (Galdi) un anno fa già ipotizzava che il trasporto pubblico fosse affidato a ditte private “meno costose e con più qualità”. Potrei allora ringraziare Santocchio perché vorrebbe salvare il deposito di Cava e non venderlo; ma non lo farò perché a Cava si farà solamente manutenzione degli autobus con ditte esterne e senza lavoratori cavesi. Infine potrei ringraziare Galdi perché si è impegnato a ricapitalizzare il Cstp versando nelle casse dell’azienda soldi delle casse comunali, anzi addirittura vorrebbe acquisire più quote del Cstp, passando dall’odierno 8% al 10%; ma non lo farò perché sono stanca di ascoltare fantasie, infatti, a meno che negli scantinati del Comune non si decida di istallare una zecca per coniare soldi, il sindaco non potrà fare né l’una né l’altra cosa. E allora chi ringrazio? Ringrazio i dipendenti del Cstp per la loro dedizione, per l’attaccamento al lavoro e alla loro città, per la capacità di sacrificarsi rinunciando anche ai soldi per i risultati di produzione; ringrazio coloro che non dimenticano la storia e, continuando ad essere obiettivi (pur se la speranza di salvare il lavoro a volte ottenebra la lucidità) non ringraziano chi, avendo partecipato al tracollo dell’azienda, si presenta, oggi, a raccontare il nulla. Ringrazio poi i sindacati, le forze politiche, coloro che si sono spesi ed hanno lottato per il Cstp, tutti i cittadini che hanno partecipato alle mobilitazioni di piazza insieme ai dipendenti per chiedere la tutela del servizio pubblico dei trasporti, bene comune. Ringrazio tutti loro di vero cuore. Rossana Lamberti