CAPRI L´incontro-dibattito fra Bertinotti e l´Ambasciatore russo in Italia apre la quarta edizione del Premio Gorky.

0

Si parla russo nel maggio caprese, grazie al Premio Gorky, giunto alla IV Edizione, organizzato dall´Associazione Premio Gorky presieduta da Antonio Crispino e Svetlana Chernomyrdina in collaborazione e con il Patrocino della Città di Capri e dell´Assessorato alla Cultura. E l´edizione 2012 del Premio si aprirà con un evento culturale di spicco: Lunedì 21 Maggio a Villa Lysis, la dimora del Barone Fersen, alle ore 11.00 si terrà un incontro-dibattito sul tema “Dialogo tra le culture” che vedrà partecipare l´ex Presidente della Camera Fausto Bertinotti e l´Ambasciatore di Russia in Italia Alexey Meshkov. A moderare il dibattito un´autorevole firma del giornalismo italiano, Gennaro Sangiuliano, vice direttore del Tg1, autore proprio di un´importante pubblicazione “Scacco allo Zar”, una ricostruzione storica dei giorni capresi di Lenin fra il 1908 ed il 1910, periodo nel quale Lenin, ed altri componenti dell´intellighenzia russa del tempo misero le basi per la genesi della Rivoluzione russa. Una testimonianza di un periodo cruciale, ricca di informazioni e retroscena, come i legami fra Lenin e l´aristocrazia europea presente sull´isola, fra cui proprio il magnate Alfred Krupp, una delle personalità straniere più influenti della Capri del tempo. E nella stessa giornata del 21 sarà inaugurata la mostra fotografica “Nureyev. La Danza” dedicata al celebre ballerino nato nel 1938. Una delle personalità più di spicco della danza mondiale, che con la sua arte ed il suo personaggio controverso ha creato un vero e proprio mito fra gli appassionati della danza e non. La mostra, organizzata dalla Fondazione Chernomyrdin, presieduta da Svetlana Chernomyrdina, dall´Associazione Premio Gorky e dal Comune di Capri è composta da fotografie originali proveniente dall´Archivio Nureyev più opere grafiche create da giovani artisti ispirate dalla personalità del leggendario ballerino scomparso nel 1993. Curatrice della mostra: Elena Lebedeva, esperta d´arte, direttrice della sezione di relazioni pubbliche del Laboratorio di progettazione museale. Il giorno successivo, il 22 Maggio nella cornice trecentesca della Certosa di San Giacomo, si terrà la cerimonia di consegna del Premio Gorky, un riconoscimento letterario che premia autori e traduttori russi. Tre i finalisti di ciascuna delle categorie, fra i quali saranno incoronati i vincitori : per gli scrittori Andrej Volos con il romanzo Animator edito da Frassinelli, Zachar Prilepin con il romanzo Patologie edito da Voland e Olga Slavnikova con il romanzo “l´immortale” edito da Einaudi, mentre per i traduttori Irina Zaslavskaja per la traduzione in russo del romanzo Ragazzi di vita di P. P. Pasolini, edizione russa: Moskva, Jurij Il’in per la traduzione del romanzo Non ti muovere di M. Mazzantini, edizione russa: Sankt Peterburg e Irina Konstantinova per la traduzione del romanzo La solitudine dei numeri primi di P. Giordano, edizione russa: Moskva, RIPOL klassik. Al termine della premiazione seguirà un concerto canoro dei maestri solisti del teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Il Festival della Cultura Russa a Capri terminerà poi il 26 Maggio con l´ultimo concerto nella chiesa di Santo Stefano in Piazzetta con la voce di Matinyan Tigran, che sarà accompagnato dall´organo di Antonenko Mihail.

INFORMATORE POPOLARE CAPRINEWS

Lascia una risposta