Taranto. Oggi si conclude l´edizione 2012 dell´AICA Didamatica.

0

 

Articolo di Maurizio Vitiello – AICA Didamatica/

 

 

 

Si conclude oggi a Taranto l’edizione 2012 del convegno sugli sviluppi innovativi ed esperienze nel settore dell’informatica applicata alla didattica

 

Teresa Roselli, presidente del corso di laurea in Informatica e Comunicazione Digitale della II Facoltà di Scienze a Taranto: “L’informatica, comprese le applicazioni dei social network, rappresenta sempre più la nuova frontiera della didattica nei più diversi ambiti: scuola e Università e loro rapporti con il mondo del lavoro”

 

Si conclude, quindi, il 16 maggio a Taranto, SEDE SCIENZE AMBIENTALI, l’edizione 2012 di Didamatica, il convegno organizzato annualmente da AICA per fare il punto su ricerche, sviluppi innovativi ed esperienze nel settore dell’informatica applicata alla didattica. Il convegno, che in questa 26esima edizione è organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e con il Politecnico di Bari e vede la partecipazione diretta del MIUR,.

 

Il tema centrale della manifestazione, dedicata a tutta la filiera della formazione, è rappresentato dell’evoluzione delle metodologie e delle tecniche di apprendimento a fronte della tumultuosa innovazione digitale cui stiamo assistendo.

 

Didamatica torna a Taranto dopo l’edizione del 2008 e, anche questa volta, Chair del convegno è la prof.ssa Teresa Roselli, presidente del corso di laurea in Informatica e Comunicazione Digitale della II Facoltà di Scienze a Taranto.

 

 

 

Teresa Roselli segnala: “L’informatica, comprese le applicazioni dei social network, rappresenta sempre più la nuova frontiera della didattica nei più diversi ambiti: scuola e Università e loro rapporti con il mondo del lavoro. L’e-learning, le tecnologie informatiche per la formazione dei diversamente disabili, il trasferimento tecnologico alle imprese, l’interazione uomo-macchina nei processi di formazione, l’edutainment per apprendere giocando applicato anche alla sanità, gli ambienti virtuali, la robotica, l’educazione alla legalità, la formazione militare, e altri temi ancora, costituiscono il panorama ampio e complesso”.

 

Giulio Occhini, direttore di AICA, specifica: “Didamatica è ormai diventato l’appuntamento annuale di riferimento per ricercatori, docenti, insegnanti del mondo della scuola, dell’università e delle organizzazioni private e pubbliche per confrontarsi su ciò che sta avvenendo, sempre più rapidamente, sotto i nostri occhi. Nella situazione di crisi generalizzata che tutti i Paesi, in particolare quelli europei, stanno fronteggiando, l’unico valore concreto e dimostrabile è quello delle competenze possedute dal capitale umano. Ci si deve rendere conto del ruolo fondamentale della formazione e della creazione di competenze e professionalità come principale leva per recuperare slancio alla nostra economia e assicurare un futuro degno ai nostri giovani. Le tecnologie digitali sono un alleato formidabile per raggiungere questi obiettivi.”

 

Taranto accoglie passato e futuro.

 

Maurizio Vitiello