Marcegaglia oggi a Salerno per Boccia / Diretta Twitter

0

 

Le Arti Grafiche Boccia festeggiano i cinquant’anni (più uno). Mezzo secolo dedicato all’editoria attraverso la storia di Orazio Boccia Orazio Boccia tra i figli Enzo e Maurizio Arti Grafiche Boccia S.p.A. festeggia a Salerno i suoi 50anni+1. L’evento inizierà alle 10.30 nello stabilimento di Salerno (Via Tiberio Claudio Felice) e si aprirà con l’intervento dell’amministratore delegato di Arti Grafiche Boccia S.p.A. Vincenzo Boccia. Seguirà la tavola rotonda “Le nuove sfide della filiera della carta” a cui parteciperanno tra gli altri il presidente della Bnl Luigi Abete, il presidente della Fieg Giulio Anselmi, il direttore dell’AASTER Aldo Bonomi, il vice presidente della Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati Raffaello Vignali e il deputato e presidente della Symbola Fondazione per le Qualità Italiane Ermete Realacci. Concluderà il Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia. Twitter Segui in tempo reale la visita della Marcegaglia a Salerno Nel corso dell’evento saranno presentati il libro fotografico 50anni+1 di Luca Campigotto edito da Alinari e il video istituzionale di Marco Godano dedicati ad una delle più competitive realtà dell’industria grafica europea. Arti Grafiche Boccia, infatti, negli ultimi sette anni ha investito cinquantasei milioni di euro nei più innovativi impianti, prime installazioni in Europa, per la stampa di quotidiani, riviste specializzate, cataloghi, stampati per la grande distribuzione organizzata ed etichette per i comparti dell’agroalimentare, del beverage e del pet food. L’azienda, fondata negli anni sessanta , è stata sempre all’avanguardia per intuizioni e scelte imprenditoriali ed oggi oltre alla sede produttiva nell’area industriale di Salerno, Arti Grafiche Boccia è presente Londra, Parigi, Roma e Milano. Per Emma Marcegaglia quello di domani è un ritorno. La presidente di Confindustria, infatti, aveva partecipato agli eventi per i quarant’anni dell’azienda nel 2002 e domani vedrà una realtà cambiata radicalmente. L’azienda infatti tra il 2001 e il 2011 è cresciuta è passando dai 9 milioni di euro di fatturato a 45 milioni e dai 65 occupati ai 230 di oggi.

FONTE LA CITTA