LA CASA DI CURA “SAN VINCENZO” Centro di Riabilitazione, Assistenza e Recupero disabili- articolo di Sergio Zazzera.

0

 Una bella iniziativa, inserita dal garante del lettore il giornalista Alberto Del Grosso, il quale ci fornisce sempre articoli di interesse culturale e sociale e lo ringraziamo profondamente per l’apporto che ci da,  che Positanonews, il quotidiano online della Costiera amalfitana penisola sorrentina e dintorni dalla Campania, dall’Italia e dal Mondo, vuole mettere in risalto per la sua valenza sociale per la provincia di Napoli a Villaricca. (Il direttore)

LA CASA DI CURA “SAN VINCENZO” Centro di Riabilitazione, Assistenza e Recupero disabili- articolo di Sergio Zazzera.


La casa di cura “San Vincenzo”, con sede in Villaricca, via Asp. Uff. Cante, 16 (tf. 081.8942309, 081.5061460; fax 081.3304534), nasce dalla trasformazione in o.n.l.u.s. dell’Associazione familiari subnormali e minorati psichici s.c.a.r.l., cui aveva dato vita nel 1972 un gruppo di familiari di soggetti disabili, con finalità d’assistenza, recupero e riabilitazione dei medesimi, assicurando in autogestione le prestazioni loro necessarie. Proprio in quanto o.n.l.u.s., l’associazione non ha scopo di lucro; gli aspetti qualificanti del suo statuto sono costituiti dalla rinuncia preventiva a quote patrimoniali in caso di recesso da parte di associati, dall’obbligo degli stessi di prestare, ove occorra, il proprio lavoro gratuitamente, con spirito volontaristico, e dall’ulteriore obbligo di contribuzione mensile, per il miglioramento dei servizi e delle attrezzature. Per il perseguimento delle proprie finalità, poi, l’associazione promuove, anche con il concorso d’altri enti o istituzioni, iniziative socioculturali a favore di disabili e anziani e attività di formazione e aggiornamento per il personale addetto all’assistenza e/o al recupero dei predetti, compreso quello volontario, organizzando seminari, convegni e conferenze, anche a livello regionale e nazionale. Il centro di recupero è retto da una équipe direzionale; i programmi di recupero e/o riabilitazione sono definiti e coordinati da un’équipe multidisciplinare neuropsichiatrica, di concerto con l’a.s.l. competente territorialmente, che si avvale per la loro attuazione di medici specialisti e di personale specializzato (fisioterapisti, logopedisti, psicomotricisti, animatori, educatori, ecc.), oltre che di volontari. La struttura, nella quale opera anche un servizio medico permanente interno, è accreditata altresì con il s.s.n. per il ricovero (n. 40 posti letto), il semiricovero (n. 25 trattamenti giornalieri) e le attività ambulatoriali per la logopedia, la psicomotricità, la psicoterapia individuale e familiare, la fisiocinesiterapia e svolge pure attività domiciliare per la fisioterapia e la logopedia; essa è inoltre sede di tirocinio per studenti universitari. Le strutture delle quali l’istituzione è dotata nella propria sede, ammodernata ancora di recente, constano della palestra, dei locali per fkt., logopedia, psicomotricità, idromassaggio, terapia occupazionale (ceramica, legno, ferro, animazione ecc.), della cucina e relativa dispensa, dell’ambulatorio medico, degli uffici, della sala polifunzionale, del giardino e di ampi terrazzi, il tutto modernamente attrezzato e perfettamente idoneo. Il presidente dell’associazione, dr. Giuseppe Barillaro, noto odontoiatra napoletano, sottolinea a chi scrive queste righe l’enorme incidenza economica che lo svolgimento di tali attività comporta, sicuramente eccedente il volume delle quote corrisposte dagli associati, segnalando la possibilità che i lettori di questa testata contribuiscano, a loro volta, al mantenimento della struttura, destinandole il 5 per mille del reddito dichiarato ai fini dell’Irpef., mediante l’indicazione, nell’apposito spazio della relativa dichiarazione, del codice fiscale, corrispondente al numero 01304760638, accompagnata dalla propria sottoscrizione; il che è quanto il destinatario di questa confidenza s’accinge a fare per primo, con l’auspicio che altri seguano il suo esempio.

Sergio Zazzera