E´ CONFERMATO IL POCHO LAVEZZI DISDICE L´AFFITTO DELLA SUA VILLA DI MARECHIARO.VIDEO LETTERA APERTA PER….

0

 

 

Ezequiel Lavezzi (Reuters)

VIDEO: Lettera aperta per il Pocho Lavezzi

La partenza del Pocho per Bologna

 

Michele De Lucia: Sky alcuni giorni fa diede la notizia che il Pocho Lavezzi avrebbe disdetto l’affitto della sua villa di Marechiaro.Ieri 5 Maggio 2012 sono stato a Napoli e ho cercato di capire la situazione,la notizia è attendibile, le persone con cui ho parlato sono vicino al giocatore e mi hanno confermato che al 90% l’affitto è stato disdetto,quindi addio al Pocho Lavezzi,che sicuramente non giochera’ in Italia ma andra’ all’estero per non tradire i tifosi napoletani

Video:Arrivo del Napoli a Bologna

 

 

 

Notizia sul Pocho Lavezzi dal mio blog del 28 Aprile 2012

Addio Pocho-ormai hai gia’ deciso PDF Stampa E-mail
Sabato 28 Aprile 2012 14:24
Scritto da Michele De Lucia – Letto: 10.000 volte.   

Ormai il Pocho Lavezzi ha gia’ deciso con o senza la qualificazione Champions a fine campionato ci lascia,questa è una notizia mia personale che viene da fonte sicura.Non so dirvi dove andra’ a giocare perche’ le squadre che lo richiedono sono tante ma so che lui preferisce l’Inter comunque sappiamo che nel calcio ci si puo’ aspettare di tutto

La memoria è una ricchezza. La riconoscenza è un dono. Memoria e riconoscenza sono come gemelli siamesi: difficile immaginare l’una senza l’altra. La memoria produce riconoscenza e quest’ultima produce sentimenti positivi e per la legge della proprietà transitiva potremmo dire senza sbagliarci più di tanto che la memoria, se conservata bene, genera emozioni positive soprattutto se l’oggetto del ricordo è il nostro grande Pocho. Arrivato come uno sconosciuto in mezzo alla diffidenza di una città che ritornava in serie A e non ancora libera di un passato difficile e doloroso, con il suo sguardo basso, con le sue accelerazioni, con le sue repentine ha conquistato il cuore dei tifosi e il rispetto degli avversari. Canzoni e cori per il Pocho come ai tempi di Diego: Napoli ritornava ad amare davvero un giocatore. Ancora un altro argentino. Sono passati quattro anni , sono cambiati dirigenti, allenatori, compagni di squadra. Forse è cambiata la sua vita privata. Ma non è cambiata la sua corsa sugli esterni del terreno verde, non è cambiato l’alzarsi in piedi dei tifosi ogni volta che lui ruba metri agli avversari, non è cambiato quel suo arretrare fino a metà a campo a prendere in mano la squadra sobbarcandosi l’intero peso del gioco. Non è cambiato il suo sacrificio per la squadra. E’ cambiato persino il suo numero di maglia ma non la sua voglia di vincere e di entusiasmarci tutti. Innumerevoli volte è stato l’uomo in più a spingerci verso i tre punti cosi come innumerevoli volte lui non si è arreso quando il resto della squadra con il fiato corto era pronta alla resa. Lavezzi è stato , lavezzi è, lavezzi sarà. Quella maglia cucita addosso e quel pubblico che lo ama non perchè è un cecchino implacabile ma semplicemente perchè vederlo giocare tocca il cuore. Emoziona. Ti fa sentire un passo avanti gli altri, perchè il Pocho lo abbiamo noi e nessun altro. Un uomo che da 4 anni arriva con la maglietta bagnata a fine gara, e con più forza che mai noi ora gli stiamo vicini. Perchè lui è il Pocho , e come si dice quando si ricorda un altro argentino più celebre, chi ama non dimentica. La memoria produce riconoscenza e la riconoscenza apre al futuro quando le ombre del presente minacciose sembrano dominare”.(dal gruppo amo il calcio Napoli)