ALL´OLIMPICO DI ROMA LA SFIDA TRA ROMA E CATANIA FINISCE 2-2.

0

 

All’Olimpico si chiude sul 2-2 la sfida tra Roma e Catania: al 9′ Totti, alla 500.a in A, si fa respingere un rigore da un super Carrizo. Il capitano giallorosso si fa perdonare al 7′ della ripresa siglando l’1-0. Sei minuti dopo gli etnei pareggiano con Lodi su rigore per fallo di Heinze su Barrientos e al 22′ si portano addirittura sul 2-1 con Marchese. Ancora Totti firma il 2-2 poi Bojan, Pjanic e Lamela falliscono il tris. Europa più lontana.

 

 Totti non basta, l'Europa si allontana

LA PARTITA
Un pareggio amaro per la Roma, che vede ridotte ancora di più le sue speranze di raggiungere un posto in Europa League e di salvare una stagione negativa. I giallorossi si portano avanti poi rischiano addirittura di perdere. Ci pensa Totti a rimettere le cose a posto. Ma Totti non basta.

Il primo tempo dell’Olimpico si chiude sullo 0-0 ma le occasioni da gol non mancano da una parte e dall’altra: almeno tre a testa, con i portieri grandi protagonisti. La più grossa è per la Roma: all’8′ l’arbitroPeruzzo assegna un calcio di rigore molto generoso per fallo di Carrizo su Borini. Sul dischetto va Totti,alla 500.ma gara in Serie A, che prima si fa ribattere il tiro da Carrizo poi riprende e spara altissimo. Il capitano giallorosso ci riprova anche al 17′ ma la sua conclusione viene neutralizzata con i piedi ancora da un ottimo Carrizo. 

Gli uomini di Luis Enrique mantengono l’iniziativa ma il ritmo impresso al gioco è basso e il Cataniariesce senza troppi affanni a gestire la fase difensiva. Vero che i rossazzurri difendono in otto ma quando ripartono sono comunque pericolosi, con la retroguardia giallorossa sempre mal posizionata. Bravi i centrocampisti di Montella in un paio di occasioni (al 18′ su Totti e al 40′ su Pjanic) a rubare palla agli avversari e a contrattaccare: attento Lobont due volte su Bergessio, ma nel secondo caso l’argentino era in fuorigioco. E ancora il portiere della Roma è attento su un destro di Legrottaglie (24′) e su una conclusione di Gomez (32′). 

Nessun cambio a inizio ripresa. Roma subito molto aggressiva al ritorno in campo. Totti vuol farsi perdonare l’errore dagli undici metri e chiama ancora Carrizo alla respinta con un sinistro da fuori. Ma al 7′ il capitano rompe l’incantesimo e va in gol con altro sinistro dalla distanza che si infila nell’angolino. Il vantaggio della Roma dura soltanto 6′ perché su un rapido capovolgimento di fronte, Heinze atterra in area Barrientos. Per Peruzzo è rigore, che Lodi non sbaglia. 

Ora squadre lunghe in campo, con i giallorossi che rischiano sempre tantissimo a ogni discesa avversaria. Lobont rimedia a un retropassaggio sciagurato di De Rossi poi al 22′ il Catania trova il secondo gol con Marchese, che raccoglie una punizione dal fondo di Lodi e indisturbato mette in rete. Anche qui imbarazzante l’atteggiamento difensivo dei capitolini. Dopo aver mandato in campo Bojanper Osvaldo (molto contrariato), Luis Enrique getta nella mischia anche Lamela per Borini. Il match resta apertissimo e al 32′ ancora Totti realizza il parial termine di una bella azione sull’asse Marquinho-Pjanic. Ora è un ottimo momento per i giallorossi, che vanno vicinissimi al terzo gol con Bojan, Pjanic e Lamela. Ancora bravissimo Carrizo, che non si piega. E nell’ultimo minuto di gara la Roma protesta per un intervento in area di Legrottaglie su Bojan: il direttore di gara lascia correre. Sbagliando. 

LE PAGELLE

Carrizo 7,5 – Partita da Superman. Respinge il rigore di Totti, arriva ovunque e anche nel finale salva su Bojan, Pjanic e Lamela. Non si muove sul primo gol del capitano giallorosso, probabilmente coperto.

Totti 7 – Il primo tempo è disastroso: un rigore sbagliato, un errore clamoroso sulla ribattuta e un paio di palloni persi che fanno scattare due contropiedi pericolosi del Catania. Nella ripresa prende per mano la squadra, salvandola anche da un possibile ko. Ma da solo non basta. 

Lodi 7 – Realizza il rigore dell’1-1 e, dalla sua punizione, Marchese segna il gol del momentaneo vantaggio. Buona visione di gioco. 

Bojan 6,5 – Con il suo ingresso in campo la Roma ne guadagna in vivacità in avanti. Un grande Carrizo gli nega la gioia del gol. Farlo entrare prima? 

Pjanic 5,5 – Si fa vedere subito al 3′ con un tiro deviato in angolo poi sparisce. Anzi, lo si nota in campo soltanto per i tanti palloni persi. L’assist per il secondo gol di Totti non basta a raddrizzare una prestazione opaca. 

De Rossi 5 – Il De Rossi dei tempi migliori è altra cosa. Questo è un giocatore nervoso, che non riesce a far diga davanti alla difesa. Incredibile il retropassaggio a Lobont (6,5) che rimedia. 

IL TABELLINO
Roma-Catania 2-2

Roma (4-3-3): Lobont 6,5; Taddei 5,5, Kjaer 5,5, Heinze 4,5, Marquinho 5,5; Gago 5,5, De Rossi 5, Pjanic 5,5 (41′ st Simplicio sv); Borini 5 (26′ st Lamela 5), Totti 7, Osvaldo 5 (19′ st Bojan 6,5). A disposizione: Curci, Greco, Perrotta, Tallo. All.: Luis Enrique 5,5.
Catania (4-3-3): Carrizo 7,5; Motta 6,5, Legrottaglie 6, Bellusci 6, Marchese 6,5; Izco 5,5, Lodi 7, Almiron 5,5, Gomez 6,5, Bergessio 5,5 (34′ st Catellani sv), Barrientos 6,5 (35′ st Seymour sv). A disposizione: Kosicky, Biagianti, Ricchiuti, Lanzafame, Ebagua. All.: Montella 6,5
Arbitro: Peruzzo
Marcatori: 7′ st Totti, 32′ st (R), 13′ st rig. Lodi (C), 22′ st Marchese (C)
Ammoniti: De Rossi, Pjanic, Taddei, Heinze (R), Barrientos, Lodi (C)
Note: al 9′ Totti (R) fallisce un calcio di rigore

Fonte:sportmediaset

 

Lascia una risposta