Cava salda i debiti col Cstp e scongiura la sospensione dei servizi aggiuntivi

0

Non ci sarà alcuna sospensione dei servizi aggiuntivi nel territorio metelliano. Il Comune di Cava de’Tirreni ha inviato, all’attenzione del presidente Mario Santocchio la determinazione di avvenuta liquidazione delle somme dovute al Cstp spa per fatture arretrate relative ai servizi aggiuntivi. Confermata la decisione di sospendere i servizi aggiuntivi negli altri Comuni morosi a partire da lunedì 7 maggio. Recependo l’ennesimo appello lanciato ieri dalla direzione del Cstp (Azienda della mobilità spa), il Comune di Cava de’Tirreni ha inviato questa mattina all’attenzione del presidente Mario Santocchio la copia della determinazione di liquidazione emessa dal settore I (Area supporto amministrativo), comprovante il pagamento delle fatture arretrate relative ai servizi aggiuntivi del comune metelliano, a beneficio dell’azienda della mobilità salernitana. L’importo complessivo che il Comune di Cava de’Tirreni ha liquidato con determinazione n.181 del 3 maggio 2012 a favore del Cstp ammonta ad euro 293,824,88 (iva compresa). «Ringrazio il sindaco di Cava de’Tirreni Marco Galdi – ha dichiarato Il presidente Mario Santocchio – per la solerzia con la quale ha predisposto il pagamento delle somme dovute alla nostra azienda a saldo di fatture arretrate che il Cstp aveva emesso per servizi aggiuntivi erogati ma che non erano state ancora saldate. In virtù dell’estinzione del debito da parte del Comune di Cava de’Tirreni, non vi sarà alcuna sospensione dei servizi aggiuntivi nel comune metelliano. Come abbiamo preannunciato, saremo invece costretti a sospendere i servizi aggiuntivi, a partire da lunedì 7 maggio, negli altri comuni morosi che ci auguriamo prendano esempio dal Comune di Cava saldando al più presto le loro posizioni debitorie nei confronti della Cstp».

CAVAREPORTER