Primo Meeting Indipendentisti, Napoli 2012-04-28 On 2012/04/30

0

 

Napoli, sabato 28 aprile 2012, uno straordinario evento, all’insegna dell’indipendentismo napolitano, si è svolto nel pomeriggio all’Hotel Terminus di Piazza della Ferrovia, il Primo Meeting Indipendentista organizzato dal Fronte di Liberazione della Napolitania – FLN.
Il Comitato Campano FLN, curato dal compatriota Coordinatore Ciro Borrelli, ha organizzato un ottimo incontro, ricevendo i complimenti di tutti. La maggior parte dei 74 presenti sono rimasti soddisfatti del materiale presentato e apprezzato gli sforzi della realizzazione.


Infatti il FLN ha avuto il coraggio di radunare e aprirsi alla collaborazione di altri movimenti dando democraticamente la possibilità a tutti di pronunciarsi su eventuali proposte secondo le proprie idee, ma la spiegazione del FLN è stata precisa e completa. Purtroppo il Dott. Antonio Pagano, Presidente Onorario del Fronte, era assente per causa di salute e il suo intervento è stato letto dal moderatore e compatriota Giovanni Cervero, portando a conoscenza alcuni fatti storici di natura politica, economica e sociale che in quest’italia hanno reso la Napolitania a stato di colonia interna. Unica soluzione l’indipendenza.

 

E’ seguito l’intervento del Portavoce del FLN Antonio Iannaccone che ha spiegato chiaramente com’è possibile arrivare all’indipendenza mediante una giusta disposizione mentale basata sulla ritrovata identità napolitana e, come popolo, perorare la Causa agli organi internazionali quali le Nazioni Unite, ricordando che ripetutamente, come anche negli ultimi giorni, è presentata denuncia agli uffici competenti dell’ONU su come lo stato italiano si adopera sistematicamente alla colonizzazione della Napolitania, facendo appello all’Autodeterminazione dei Popoli.

 

Ha fatto seguito l’intervento della compatriota Drusiana Vetrano, membro del Consiglio Direttivo del FLN, la quale ha ben evidenziato con cura e precisione, già come negli ultimi decenni le Nazioni Unite si sono attivate e spese per la realizzazione dell’indipendenza di svariate nazioni.


Straordinario è stato l’intervento di Ciro Corona dell’Associazione (R)Esistenza Scampia, che con il suo fare ha riempito di orgoglio tutti gli astanti, giacché ha spiegato come stanno lavorando per la ripresa di giovani altrimenti persi.
Questo è una conseguenza del colonialismo italiano, l’abbandono sociale delle nostre genti. BRAVO!

 

Ospiti meridionalisti si sono pronunciati sul tema, apprezzando il sincero coraggio dei Patrioti del FLN di portare avanti l’idea di separarsi dallo stato italiano come risoluzione dei nostri problemi, ma hanno rimarcato la loro linea di rimanere nelle soluzioni meno drastiche del neomeridionalismo.
Infatti, è stato apprezzato l’intervento del Prof. Vincenzo Gulì che ha riconosciuto l’esistenza storica della Napolitania e che la nazione napolitana ha diritto all’indipendenza. Anche il presidente di Insorgenza Civile Napoli ha elogiato il fare determinato del FLN.
Unico totalmente compiaciuto del modo di fare del FLN e dell’idea indipendentista, è stato il Prof. Stefano Surace, Presidente del Partito Secessionista dell’Italia Meridionale(PSIM) e giornalista internazionale per ABCnews e che ci ha onorato della sua presenza e con il suo intervento. La base per una collaborazione è stata discussa.

 

‎Sono stati graditissimi i sinceri saluti dall’amico e Patriota Gennaro Brandolini di RDS – Rinascita del Sud, che con le sue parole si è espresso per una veloce e completa liberazione della nostra amata terra.

 

Anche se qualche intervenuto non ha ritenuto fattibile il programmatico cammino intrapreso dal Movimento FLN per raggiungere l’indipendenza della Napolitania, il FLN continuerà la lotta, con l’idea indipendentista che va diffondendosi sempre più nel popolo in modo irreversibile.

 
Giovanni Cervero
 Intervento del Professore Vincenzo Gulì


 

 

 

Lascia una risposta