Sorrento e Massa Lubrense altri due arresti per spaccio di droga

0

Polizia attiva in penisola sorrentina contro lo spaccio di droga. L’altro ieri sera gli agenti del Commissariato di Sorrento hanno arrestato Luigi Zurolo, 30enne di Sorrento e Lucio Amore, 34enne di Massa Lubrense, entrambi per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il primo arresto è avvenuto verso le 17.30 a Via Atigliana di Sorrento, dove i poliziotti, liberi dal servizio, hanno notato giungere l’uomo che proprio nel corso della mattinata era stato identificato quale assiduo spacciatore di marijuana. Zurolo è stato pertanto immediatamente bloccato e condotto presso la sua vicina abitazione dove gli agenti sospettavano detenesse la sostanza stupefacente. In un piano sottostante il fabbricato, all’interno di una cassetta porta attrezzi, è stato quindi rinvenuto un sacchetto di cellophane trasparente contenente circa 84 grammi di marijuana ed un bilancino di precisione. La sostanza stupefacente è stata sequestrata. In tasca il 30enne aveva 200 euro, secondo lui in parte frutto di una cessione di tre dosi di marijuana fatta poche ore prima.

Dopo aver arrestato Zurolo ed identificato l’acquirente in Lucio Amore, i poliziotti si sono recati presso l’abitazione di quest’ultimo a Massa Lubrense verso le 20.40. Dopo aver negato di conoscere Zurolo, il 34enne ha dovuto cedere di fronte all’evidenza delle informazioni acquisite dagli agenti ed ha spontaneamente consegnato le tre dosi di marijuana che teneva ben nascoste nel giardino di casa. I circa 30 grammi di marijuana sono stati sequestrati mentre Amore è stato anch’egli arrestato. Entrambi gli arrestati sono stati ristretti ai domiciliari in attesa del giudizio.

 

 

NOTA

Ci scrive il fratello di Nicola Amore che riceviamo e pubblichiamo “Mio fretello è una persona libera che ha acquistato majiuana per uso personale e quelle quantità sono false” . Pubblichiamo quanto mandato da Antonio Amore e siamo l’unico giornale ad averlo fatto, tutti gli altri giornali invece riportano quanto abbiamo scritto sopra perchè riportato da fonti ufficiali, ma Positanonews è vicino alla gente ed ascolta il lettore quindi pubblichiamo la nota