Rubinetti (quasi) chiusi: i bus del Cstp alla canna del gas

0

 

Debito da 640 mila euro, il blocco delle forniture è solo rimandato. Il Comune: ci sono problemi anche per il gasolio SALERNO — Domani i bus del Cstp alimentati a metano circoleranno regolarmente. A scongiurare il rischio paralisi la decisione di Fernando Argentino di “congelare” il debito del consorzio di trasporto pubblico nei confronti di Metanauto Service, la società controllata dalla holding comunale Salerno Energia che rifornisce di gas metano gli autobus del Cstp. Il blocco delle forniture, tuttavia, al momento è solo rimandato: nella raccomandata indirizzata al consorzio di trasporto Argentino ha infatti sottolineato come la prosecuzione delle forniture di metano sia stata disposta “in attesa del formale insediamento della Commissione Liquidatrice del Consorzio”, cui il presidente di Salerno Energia è intenzionato a chiedere “un immediato incontro per definire tempi e modi di rientro del credito vantato da Metanauto Service srl che ammonta ad oggi a circa 640 mila euro di fatture scadute”. Che la “tregua” concessa al Cstp sia di breve durata è lo stesso Argentino a sottolinearlo, quando in un altro passaggio della missiva ricorda che “permane la decisione già formalizzata dal nostro fornitore nazionale che ha fissato per il 27 aprile l’interruzione delle forniture di metano al nostro impianto”. L’ASSESSORE – Sulle difficoltà di approvvigionamento di carburante interviene anche l’assessore alla Mobilità del Comune di Salerno Luca Cascone: “Credo sia opportuno affrontare in maniera complessiva il problema relativo alle forniture di carburante per i bus del Cstp. È bene tener presente che a fronte di 35 mezzi alimentati a metano ve ne sono oltre 200 alimentati a gasolio, bus di cui nessuno sembra preoccuparsi e per cui sussistono le medesime difficoltà di approvvigionamento riscontrate per quelli a gas. In quest’ottica credo vada ripresa in considerazione la proposta avanzata dal sindaco De Luca di dare vita ad un fondo carburanti alimentato con contributi degli enti soci del consorzio: il Comune di Salerno ribadisce la propria disponibilità a stanziare 100mila euro per questo specifico obiettivo”.

FONTE CORRIERE DEL MEZZOGIORNO

INSERITO DA ANGELA CECERE