Cstp, è finito anche il metano Ancora scontro politico Pd-Pdl

0

La Metanauto Service della Salerno Energia Holding S.p.A. dal 17 aprile prossimo interromperà il servizio di rifornimento di metano per gli autobus. Tra Comune di Salerno e Provincia è scontro anche sulla nomina dei commissari liquidatori del Cstp Santocchio con Cirielli SALERNO. E’ pervenuta poche ore fa alla direzione del Cstp S.p.A. la nota con la quale la Metanauto Service della Salerno Energia Holding S.p.A. comunica che dal 17 aprile prossimo sarà interrotto il servizio di rifornimento di metano per gli autobus della flotta aziendale. La comunicazione, a firma del presidente del Metanauto Service Fernando Argentino, giunge a poche settimane dall’ultimo sollecito di pagamento delle fatture scadute e non ancora saldate dal Cstp per un importo complessivo di 522mila euro. “Mi sembra davvero strano – ha spiegato in una nota il presidente del Cda e neo componente del collegio dei liquidatori della Cstp Mario Santocchio – che la Metanauto Service, braccio operativo della Salerno energia Spa, società in house del Comune di Salerno, faccia giungere al Cstp il preavviso di interruzione della fornitura di metano proprio il giorno dopo l’assemblea dei soci che ha nominato il collegio dei liquidatori della società. In questo momento di difficoltà per la nostra azienda l’interruzione della fornitura di metano sarebbe deleterio, a danno dei viaggiatori e della nostra Cstp. In ogni modo, tenteremo di scongiurare tale eventualità”. Ancora una volta la vertenza del trasporto a Salerno si trasforma in guerra tra fazioni politiche, il tutto mentre l’utenza è in ginocchio. “Chiederemo, innanzitutto, alla Metanauto di temporeggiare fino all’insediamento del collegio dei liquidatori, prima di intraprendere qualsiasi azione di blocco dell’erogazione – prosegue Santocchio -. Nel frattempo risponderemo alla nota della Metanauto con una comunicazione che sarà inviata anche al Comune di Salerno per chiedere che il nostro debito di circa 522mila euro venga compensato con parte del credito, di oltre un milione di euro, che la nostra Azienda vanta proprio dall’Amministrazione comunale di Salerno”.

LA CITTA