Dodici ragazzi denunciati dai carabinieri di Anacapri per danneggiamento e violazione di domicilio

0

 

Avevano pensato di divertirsi a modo loro, penetrando nelle ore serali all’interno dell’ex osservatorio solare di Anacapri, in località Damecuta, e dando luogo ad una serie di atti teppistici, con la distruzione e il danneggiamento di tavolini in marmo, suppellettili, vetrate e macchinari. Danni calcolati in diversi migliaia di euro. Protagonisti del grave episodio un gruppo di giovani vandali di Capri ed Anacapri, tutti incensurati: sono stati tutti individuati dai carabinieri e denunciati in stato di libertà con le accuse di danneggiamento aggravato e violazione di domicilio. Sono 12 in totale, due maggiorenni e dieci minorenni, di età compresa tra i 14 e i 18 anni, gli autori del raid in piena regola consumato la sera di Pasquetta. Oggi la conclusione delle indagini e l’individuazione degli autori da parte dei carabinieri della stazione di Anacapri, agli ordini del maresciallo Cristoforo Perilli, che avevano immediatamente avviato accertamenti dopo aver ricevuto la segnalazione di quanto accaduto. Secondo la ricostruzione dei fatti effettuata dagli inquirenti, la sera dello scorso 9 aprile i ragazzi, in due gruppi, si erano recati nella zona di Damecuta dove sono ubicati diversi fabbricati dell’ex osservatorio solare tedesco attualmente di proprietà di una società privata di Bolzano e, probabilmente per movimentare la serata, avevano danneggiato il centro e distrutto finestre, porte, mobilio, suppellettili ed alcuni macchinari in disuso della struttura. Le indagini scattate immediatamente dopo la denuncia del fatto hanno permesso nel giro di pochi giorni di dare un volto e un nome agli autori che, una volta riconosciuti, hanno ammesso le proprie responsabilità.

INSERITO DA ANGELA CECERE

FONTE INFORMATORE PAPOLARE CAPRINEWS