Ritardi inspiegabili per la chirurgia in Costiera amalfitana protesta dei sindaci per Ospedale

0

La situazione dell’ospedale costa d’ Amalfi è preoccupante Positanonews, unica testata a dirlo, aveva visto bene quando ha lanciato l’allarme ora confermato dalla discesa in campo dei sindaci compatti da Positano a Cetara , La Conferenza dei sindaci della Costiera amalfitana  ha espresso, ieri, in una nota «grande preoccupazione per la mancata riattivazione a pieno regime del servizio di chirurgia presso il presidio ospedaliero Costa d’Amalfi». Completati i lavori nella sala operatoria, il ritorno alla completa funzionalitá era previsto per la giornata di oggi anche a seguito dell’individuazione del responsabile nella persona di Pasquale Ardimenti, giá primario della Chirurgia d’urgenza dell’ospedale “Ruggi” di Salerno.

«Un ripensamento dell’ultimo minuto, peraltro, pare aver rinviato sine die il tanto atteso ritorno alla normalitá – spiega la nota della Conferenza dei sindaci inviataci da Andrea Reale sindaco di Minori – Ripensamento tanto più allarmante perchè ne sfuggono le motivazioni, mentre permangono le esigenze più che legittime di un territorio e di una comunitá giá pesantemente penalizzati in passato dall’assenza di adeguate strutture sanitarie»

«Non può non rilevarsi, d’altro canto, come l’attuale inopinata situazione di precarietá coincida con la delicata fase di scadenza dalle funzioni di Attilio Bianchi, che nel corso del suo mandato ha innegabilmente restituito slancio e operativitá all’ospedale Costa D’Amalfi di Castiglione di Ravello» conclude la nota della Conferenza dei sindaci che ha chiesto a Caldoro la conferma di Bianchi. • La Conferenza dei sindaci invita il direttore amministrativo del “Ruggi d’Aragona” e la direttrice sanitaria «a voler intervenire affinchè venga riattivato il servizio di chirurgia presso il plesso ospedaliero costiero che sicuramente non può attendere le fasi burocratiche della nomina del nuovo direttore generale».