GRAN GALA´ DELLA LIRICA IERI SERA A SORRENTO

0

Parlare di gran galà potrebbe apparire presuntuoso, per di più a Sorrento, ove non c’è una consolidata tradizione, per di più in un posto in cui si tengono concerti ma non specificamente lirici. E invece una pedana, che sollevava giusto di quel tanto da poter far vedere e sentire l’artista anche dal fondo della lunga sala consiliare, qualche drappo che avvolgeva finanche la base del busto del Tasso, tanta bravura da parte dei cantanti, hanno fatto scaturire una magica serata, logica conclusione di un particolare giorno di festa.

Gran galà, sì proprio gran galà, con la gente che conta tra gli artisti e tra il pubblico. La presenza di Giuliana Gargiulo, artista-giornalista, Donna Lidia, il presidente del circolo sorrentino, la professoressa Calvino, Antonino Fiorentino, l’avvocato Michele Cinque, Serena Abbondandolo, le signore dell’UNITRE, Ingrid e Michele Castellano e tantissimi altri confusi in un pubblico internazionale che non si è fatto intimidire dalla pioggia e dal vento fresco. Non sono mancati un folto gruppo di colleghi ammiratori degli artisti che hanno voluto trascorrere la sera di Pasqua a Sorrento e in famiglia con la musica.

Ma i veri protagonisti sono stati i cantanti, come ha sottolineato il Maestro Paolo Scibilia, organizzatore di tutti gli eventi di musica classica a Sorrento.

ANTONIA EMANUELE MARIA PALAZZO, su facebook si fa chiamare Nefertari, in omaggio alla regina egiziana amante del canto. Antonia si è diplomata in canto e violino presso il Conservatorio di Musica “S. Pietro a Majella” di Napoli, perfezionandosi in seguito sotto la guida del M° Giuseppe Ruisi. La sua intensa carriera artistica vanta debutti in “Cavalleria Rusticana” (nel ruolo di Santuzza), “Tosca” per l’inaugurazione della stagione lirica dell’Opera di Tirana, “Traviata” a Mantova, Madama Butterfly per l’apertura della stagione lirica 2006 dell’Opera Magiara di Cluj (Romania). Annovera numerosi concerti in Italia e all’Estero e riconoscimenti internazionali, fra i quali il diploma di merito al concorso di S. Remo del ’96 (quale “Migliore Cantante Lirica dell’Anno”) e il Concerto di Gala al Teatro “Petruzzelli” di Bari (come ospite d’onore), col tenore Nicola Martinucci. Il suo vasto repertorio include tutti i generi vocali, dalla Lauda del ‘300 alla musica contemporanea, con particolare riferimento al repertorio barocco italiano. É apprezzata interprete anche della canzone classica napoletana, i cui capolavori ha inciso su LP nel 1986, ha registrato per la rete televisiva nazionale e Sky ed interpretato all’estero, quale ospite d’onore di festival internazionali: Elbang-Fest di Dresda (Germania), Epidaurus Festival di Cavtat – Dubrovnic (Croazia).

MAURIZIO ESPOSITO, baritono. Nato a Napoli nel 1981, ha studiato canto con vari insegnanti di Conservatorio e privati e si perfeziona da autodidatta e ai master di celebri artisti internazionali. La sua passione innata per la musica l’ha messa a frutto già dall’età di 7 anni quando da ministrante svolgeva il ruolo di cantore, organista e poi guida del coro di varie Chiese di Napoli. Partecipa a concerti, corsi e concorsi interpretando opere liriche, cameristiche e sacre. Ha seguito i corsi di canto a Ravello (corsi “Vacanze Musicali a Ravello” dal 1993 al 1998) e a Spotorno. Ha ottenuto il Premio dell’Associazione dei Musicisti di Nocera “Sergio Mascolo” al Concorso “Giovani Musicisti 2006”, Premio Speciale sull’interpretazione al Festival della canzone napoletana 2009. Ha partecipato al Masterclass di canto del Tenore Roul Gimenez e del Basso Lorenzo Regazzo. Ha partecipato a varie trasmissioni televisive, nazionali e internazionali, come quelle svolte per la NATO, il G7 a Napoli, l’Unicef, Telethon per vari anni, Celebrazioni Eucaristiche domenicali in diretta dalla Basilica della Reggia di Caserta su RAI 1 e RETE 4 e diverse volte sul canale TRSP (Tele Radio San Pietro), allo Speciale TG1 sui Conservatori d’Italia, Una Canzone per l’Estate 2008, al Festival della canzone napoletana 2009, e di recente in vari concerti e recital con la Fanfara dei Carabinieri di Napoli in diverse emittenti campane. Tra i numerosi concerti e spettacoli vanno citati:

“Festa della musica 2008” svolta al Teatro San Carlo di Napoli

“Omaggio a Caruso” svolto al teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere

“Eventi 2000” spettacoli di Operette, Bal Tabarin e Café Chantant con Maurizio Merolla

“Giovani Talenti” rassegna internazionale rivolta ai giovani musicisti al Castello Baronale di Acerra (NA)

“Omaggio ad Ettore Giannini” interpretando canzoni classiche napoletane ricordando il celebre Carosello Napoletano

e altri Concerti di vario genere nel Conservatorio di Napoli, di Avellino, al Teatro Bellini di Napoli (nel musical “Masaniello”), al Teatro Mediterraneo di Napoli (concerto trasmesso in RAI), al Teatrino di Corte del Palazzo Reale di Napoli, nel Teatro “Di Costanzo” di Pompei, nella Reggia e nei teatri di Caserta, Museo della FIAT di Torino (Lingotto), Circolo degli Ufficiali del Presidio a Napoli oltre che nei Teatri e nelle Chiese monumentali di principali città italiane ed estere come per esempio il prestigioso “Rudinolfum” di Praga con l’Orchestra e il Coro della Bratislava diretto dal m° Walter Attanasi, spettacoli dal Bal Tabarin all’operetta e concerti di vario genere svolti per vari anni alla Sala del celebre “Caffè Gambrinus” di Napoli. Ha partecipato anche da attore a varie recite tenute dall’Associazione napoletana “Bella Partenope”. Ha avuto l’onore di partecipare al “Memorial Gigli 2009” svolto al Teatro Persiani di Recanati dove si commemora il grande tenore Beniamino Gigli e dove successivamente ha cantato il celebre ruolo di “Rigoletto” di G. Verdi. Recentemente ha partecipato al Concerto tradizionale di “Epifania 2012” presso il Teatro Municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno esibendosi in arie d’opera di repertorio. Tante le ricezioni e le critiche giornalistiche sul baritono M. Esposito e tante le sue esperienze di formazione musicale dall’età di 7 anni come:

studio di tromba presso il Conservatorio S. Pietro a Maiella di Napoli,

studio del Pianoforte, maestro di cappella in varie Chiese storiche di Napoli la direzione di vari cori,

insegnamento da esperto esterno in varie discipline musicali in progetti scolastici dalle scuole d’Infanzia alle scuole secondarie.

Ha partecipato con il Conservatorio di Napoli al “Festival Rossini” a Bad Wildbad (Germania) dove sono state realizzate le opere: “Mosè in Egitto” e “La Gazzetta” di Rossini, “I Due Figaro” di Carafa e “Don Chisciotte” di Mercadante, e dove ha svolto i masterclasses di canto realizzando, oltre le suddette opere, anche concerti di vario genere nei teatri e Chiese monumentali di Bad Wildbad. A Napoli collabora inoltre con vari enti musicali e maestri dei Conservatori campani, prossimamente svolgerà per la decima volta il ruolo di Compar Alfio nella “Cavalleria Rusticana” di P. Mascagni nel Teatro Orazio di Napoli.

Salvatore Vitiello tenore e il maestro Giovanni Rea al pianoforte.

Il programma non a caso si apre con la Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni, tratta dall’opera di Giovanni Verga, la vicenda di amori e gelosie di Lola e Alfio e Santa si svolge a Pasqua.

A seguire la Tosca di Puccini e a concludere la Traviata di Verdi. In tutto due ore e mezza di spettacolo superbo ed elegante