Peter Ruta da Positano a Ravello passando per New York la mostra a Villa Rufolo FOTO

0

Peter Ruta da Positano a Ravello passando per New York la mostra a Villa Rufolo . Questa mattina c’è stata l’inaugurazione della mostra dell’artista Peter Ruta e l’italia “una vita in viaggio”.  Esposte una sessantina di opera realizzate nel nostro Paese e in particolare tra Positano e Tramonti Ruta ha scelto la costiera amalfitana come suo buen retiro privilegiato da oltre mezzo secolo. L’artista è ritornato qui grazie alla volontà di Vincenzo Esposito patron del Ristorante Galleria d’arte “Il Mediterraneo” a Fornillo, dopo un incontro con Misha Wegner , figlio della famosa Irene Kowaliska e del fotografo e scrittore Armin Wegner , amico a sua volta di Ruta. A far gli onori di casa il sindaco Paolo Vuilleumieur, che ospita Ruta per un mese a Ravello, ed il direttore di Villa Rufolo Secondo Amalfitano, presenti un nutrito gruppo di positanesi capeggiato dal vicesindaco Francesco Fusco, Rosalba De Lucia, Aniello Cinque, Ferdinando Parlato, la giornalista de Il Mattino Erminia Pellecchia, la scrittrice Giovanna Mangiaracina, l’artista Paolo Sandulli  e tanti altri. Ad introdurre l’artista la direttrice provinciale dei Musei di Salerno Matilde Romito accompagnata dall’artista Mario Quadraroli. “Un artista in viaggio che ha attraversato diverse correnti artistiche partendo dalla paesaggistica – dice la Romito -, Peter Ruta da Dresda dove è nato ha vissuto un importante momento a Positano dove è tornato, ha sempre dipinto la natura, anche fra i grattacieli di New York  non manca lo squarcio del fiume Houdson, mi colpisce il suo verde ancora più presente negli ultimi quadri ed il modo con cui dipinge gli alberi è unico” Toccanti le dediche dei nipoti al nonno Peter che all’età di 94 anni si mostra con uno spirito sempre allegro e giovanile. Presenti anche Alfonso Arpino con la moglie produttori del vino Monte di Grazia il dottor Bove con i vini San Francesco e la famiglia Taiani titolari dell’agriturismo da Tramonti dove pure era stato ospite Peter. Peter con la moglie Suzanne sono oramai un grande binomio culturale per la costa d’ Amalfi. La mostra è stata curata da Dieter Richter e sarà visitabile per un mese, mancavano le foto di Massimo Capodanno del quale pubblichiamo un video.

Qui potete leggere l’articolo che annunciava la mostra con il video 

 Questo articolo passerà nella sezione eventi Costiera amalfitana