Patto tra camorra e terroristi «Un accordo per fare attentati»

0

 

NAPOLI – «In alcune regioni italiane nelle quali resta forte la presenza della criminalità organizzata, vi sarebbero le condizioni per la creazione di una nuova joint-venture delle varie mafie – italiane ma anche internazionali- il cui primario obiettivo resta quello di condizionare e promuovere attività terroristiche sul territorio nazionale». La rivelazione due sere fa dal magistrato napoletano Giuseppe Cioffi, membro della Commissione antimafia, in un convegno sulla legalità organizzato dal Link Campus University. Mafia e camorra pronte a passare a un nuovo, violento contrattacco? Questo sembra emergere dalle riflessioni di Cioffi. «Al di là del segreto cui sono tenuto – spiega il magistrato al «Mattino» – posso dire che abbiamo segnali che ci inducono a ritenere che qualcuno si stia muovendo, coinvolgendo anche personaggi legati a certe zone grigie e a certe sigle dietro le quali possono essere in tanti a nascondersi, per promuovere attività terroristiche in Italia».

di Giuseppe Crimaldi IL MATTINO DI NAPOLI