Sorrento, se il Sindaco sta con il lavoratori…

0

 

di Salvatore Caccaviello

 

 Sorrento – Quasi sorprendente è  sembrata a tanti  lavoratori sorrentini del comparto turistico alberghiero e a tanti cittadini,la presa di posizione da parte del Sindaco Giuseppe Cuomo circa la mancata partecipazione da parte di Federalberghi al tavolo di concertazione  convocato dal Sindaco il giorno 27 marzo presso la sala consiliare del Municipio di Sorrento. Nell’occasione  gli esponenti delle parti sociali intervenute  avevano largamente sottolineato  l’enorme interesse e partecipazione da parte del Primo Cittadino alle loro richieste  dimostrandosi  molto attento alle problematiche discusse  con la promessa  che si sarebbe senz’altro impegnato da subito  affinché  tale problematica  avesse avuto al più presto una soluzione adeguata.  Infatti  il Sindaco Cuomo immediatamente si è adoperato riprendendo in modo diretto i vertici di Federalberghi, sostenendo che tale assenza è stata senza dubbio molto grave in quanto  si ci è sottratti ad un confronto in cui si discutevano, in un momento alquanto particolare  di crisi, problematiche relative a tante famiglie di lavoratori stagionali. L’assenza nel confronto con le parti sociali   è stata ritenuta una mancanza di impegno da parte  degli imprenditori alberghieri,  di risolvere una problematica  alquanto seria per la comunità sorrentina. L’ipotesi paventata  da parte di alcuni imprenditori di chiudere  il servizio di ristorazione  in diversi alberghi della città che provocherebbe  il licenziamento di decine  di lavoratori, già assunti con contratti stagionali , sarebbe, senza dubbio, l’inizio di un forte periodo di crisi  che  potrebbe dare luogo anche  a  manifestazioni da parte  dei lavoratori.  Ai quali il  lavoro stagionale  garantisce, nel periodo  di bassa stagione,  in cui gli alberghi in mancanza di politiche  che valorizzino il turismo invernale a Sorrento, sono chiusi, il sussidio di disoccupazione che in questo periodo di tremenda crisi occupazionale rappresenta per tante famiglie di lavoratori la sopravvivenza. Quindi  bene è stato l’atteggiamento del  Sindaco, dimostrando in tale occasione di essere realmente il sindaco di tutti i sorrentini al di là di qualsiasi colore politico, nel raccogliere  le richieste dei lavoratori e dei sindacati intervenuti  all’incontro di martedì scorso, sebbene essere rappresentante di quel “mondo dorato” degli albergatori che  con le loro scelte imprenditoriali da decenni condizionano la vita sociale della comunità sorrentina,evidenziando una forte dote di sensibilità verso tali problematiche e di stare vicino a tanti cittadini che stanno attraversando momenti davvero difficili.  Il Sindaco ha dichiarato   di aver analizzando insieme ai convenuti, il problema  sotto diversi punti di vista, assicurando  che per il momento la situazione occupazionale per la stagione 2012 non  è a livelli di allarme,  sebbene varie aziende, visto la crisi, hanno diminuito il personale.  Tuttavia l’ assenza di Federalberghi a tale  incontro  non ha giustificazioni in quanto  potrebbe essere intesa, per un territorio che vive di turismo, come volontà  di non confrontarsi  sui problemi  importanti  che interessano la città. Il Sindaco ha sottolineato inoltre che alla riunione hanno partecipato alcuni sindacati e rappresentanti  di varie categorie di lavoratori e che prossimamente saranno garantiti ulteriori incontri dove dovranno partecipare  gli altri sindacati a cui non è arrivata  la convocazione.  A tale  proposito lunedì prossimo  sempre al Comune  sarà convocato, come stabilito,  un  incontro  con  gli autisti  del settore trasporto turistico  penalizzati e dalle modifiche apportate dall’amministrazione  al trasporto per il porto di Marina Piccola. Al momento,   da parte di Federalberghi, in  una breve intervista, ad un noto quotidiano, il  Presidente  Costanzo Iaccarino ha dichiarato, giustificando l’assenza  all’incontro che il Comune  non è l’ ente  competente per tali discussioni , bensì lo è l’ Ente bilaterale del Turismo.  Intanto la Confederazione  Unitaria di Base  ha proclamato  lo stato di agitazione permanente del settore , sul territorio delle panisola sorrentina,  intraprendendo tutte le azioni possibili per la tutela dei lavoratori. L’ Avv. Luigi Alfano rappresentante della CUB penisola sorrentina  ha sottolineato l’arroganza da parte della Federalberghi nel non partecipare  all’incontro e plaudendo  il Sindaco Cuomo  per aver promosso l’incontro ed impegnatosi  convocando  per lunedì prossimo i lavoratori ed imprenditori del trasporto turistico. Il  Consigliere Rosario Fiorentino ha sottolineato  ancora una volta l’impegno da parte del Sindaco Cuomo che insieme ai lavoratori è stato snobbato dal Federalberghi che a sua volta ha dimostrato ampiamente di sottovalutare  l’entità del problema che a breve potrebbe avere delle conseguenze  disastrose  per i lavoratori e la comunità sorrentina.  L’atteggiamento del primo cittadino oltre a sorprendere  ha senz’altro rassicurato tanti lavoratori  stagionali che potrebbero vivere il dramma di trovarsi all’improvviso disoccupati. In quanto  la sua presa di posizione molto probabilmente sarà determinante affinché si possa arrivare ad una soluzione del problema  a breve tempo, dato che la stagione turistica è ormai alle porte. Inoltre in questa occasione il Sindaco ha dimostrato  ampiamente la sua attenzione e sensibilità , in un momento di grave crisi, nello  stare  a fianco dei cittadini più deboli e nello stesso tempo riprendere, in modo deciso, coloro che nel corso di decenni con l’aiuto spesso altamente specializzato di tali lavoratori hanno creato le proprie fortune.  29 Marzo 2012 – Salvatore Caccaviello