I funerali di Michele Silvestri,monte di Procida(NA)

0

 Michele Silvestri, il militare ucciso in Afghanistan in un attacco alla basa avanzata Ice,nel Gulistan.
Michele era un grande perché si sentiva militare nel cuore e nelle ossa. Michele resta operatore di pace”. Così monsignor Vincenzo Pelvi, ha voluto ricordare il sergente maggiore Michele Silvestri, ucciso sabato scorso dal lancio di un razzo sulla postazione italiana nell’area del Gulistan. Durante l’omelia dei funerali di Stato, che si sono svolti questo pomeriggio nella basilica di Santa Maria degli Angeli a Roma, l’ordinario militare ha voluto ricordare e salutare così la cinquantesima vittima italiana in Afghanistan, riprendendo una frase detta dalla mamma del militare ucciso questa mattina all’aeroporto di Ciampino.