ROVIGO Studente si uccide per delusione d´amore: si stende sui binari e aspetta il treno

0

Il ragazzo aveva 24 anni ed è andato in auto fino a Stanghella Iscritto all’Università di Padova, era animatore in parrocchia.

ROVIGO – Si è disteso sui binari alla perifieria di Stanghella (Padova) e ha atteso il passaggio di un treno. Il primo convoglio che è transitato l’ha travolto e ucciso sul colpo nonostante il disperato tentativo di frenata del macchinista che solo all’ultimo momento l’ha notato. Così si è tolto la vita L.Z., rodigino di 24 anni, studente universitario a Padova dopo essersi diplomato al Liceo scientifico Paleocapa di Rovigo. L’auto del ragazzo è stata trovata abbandonata in campagna tra Granze e Stanghella, all’altezza di un vecchio passaggio a livello, oggi chiuso, nei pressi del ponte sul Gorzone. La causa del gesto sembra sia una delusione d’amore, così cocente da indurre il giovane, che negli anni scorsi era stato anche animatore in una parrocchia, a togliersi la vita. La tragedia si è consumata intorno alle 19.30-20, ma solo verso le 21.30 la Polizia ferroviaria di Rovigo è riuscita a determinare l’identità del giovane rodigino e poco dopo una Volante della Questura ha informato i familiari del giovane, che abitava nel centro cittadino. Il traffico ferroviario sulla linea Padova-Bologna dalle 19.30 in poi ha subito dei notevoli rallentamenti mentre la Polizia cercava elementi utili le indagini e il corpo del povero ragazzo rodigino veniva ricomposto.

IL GAZZETTINO.IT