Amalfi rinviato consiglio comunale Torre sono alla deriva

0

 L’amministrazione comunale di Amalfi ha rinviato il consiglio comunale previsto per il 30 marzo ed è querelle nel capoluogo della Costiera amalfitana senza consiglio da quattro mesi

«L’Amministrazione Del Pizzo – scrive Giovanni  Torre – non smette mai di stupire. Dopo aver convocato il Consiglio comunale per il 30 marzo, inspiegabilmente, lo ha rinviato. È da novembre 2011 che l’Assise municipale non riesce ad esercitare le proprie funzioni; d’altronde è trascorso solo un anno dall’insediamento, evidentemente ognuno ha i suoi tempi…» «Di che stupirsi – rinforza il Consigliere – ex sindaco Antonio De Luca – se, ad esempio, l’assessore alle Finanze, Giovanni Camera, durante l’ultimo Consiglio svoltosi, ormai nel lontano novembre scorso, dichiarò con particolare baldanza che l’Amministrazione avrebbe approvato entro il 31 dicembre 2011 il Bilancio di previsione 2012? Alle soglie della Santa Pasqua, del Bilancio non vi è ancora traccia; ragionevolmente abbiamo inteso male, l’assessore Camera, evidentemente, si riferiva al 31 dicembre 2012…» «È una paralisi amministrativa gravissima che, Del Pizzo e i suoi, impongono alla Città ed ai cittadini di Amalfi; cosa rispetto alla quale, noi, non resteremo inermi. Questa maggioranza somiglia sempre più – dice Torre – ad una barca, ormai alla deriva, senza timoniere né vogatori».