Bisarche, scontri a Salerno Anche poliziotti tra i contusi

0

Salerno. Giornata calda per la protesta delle bisarche. Traffico paralizzato a Salerno a causa dello sciopero degli autotrasportatori che hanno invaso la sede stradale, impedendo il regolare flusso della circolazione viaria. E’ intervenuta la polizia in assetto antisommossa e negli scontri si registrano numerosi feriti, tra i quali anche degli agenti impegnati nel servizio di controllo. ”E’ ormai un mese che gli autotrasportatori che operano nel settore biscarche stanno manifestando il proprio malcontento per una situazione divenuta a loro dire insostenibile. L’iniziativa, innescata da un’organizzazione minoritaria, ha oggi il carattere della spontaneità in quanto, come già successo in passato, sembra essere sfuggita al controllo e si sta avviando verso il più totale fallimento. Ancora una volta i trasportatori non risolveranno i loro problemi e ad essere danneggiata sarà l’attività di un settore già in pesante stato di crisi”. Così il vicepresidente di Confcommercio, Paolo Uggè, sul fermo delle bisarche ”Le ragioni denunciate dai vettori – continua Uggè – sono da prendere in considerazione, ma, se quanto si legge in questi giorni sui giornali è vero, derivano dal fatto che ai vettori non sono riconosciuti i costi della sicurezza. In questo caso, allora, il primo responsabile della situazione è il Governo che non dispone gli interventi previsti dalle norme per assicurare il rispetto di leggi volute dal Parlamento”. ”Le richieste – sottolinea il vice presidente di Confcommercio – investono i rapporti tra operatori logistici e vettori che sono messi in condizioni di non coprire i costi che concorrono a determinare sicurezza. Ciò non può vedere l’inerzia del Governo e del Ministero competente perche’ in gioco c’è la sicurezza dei conducenti e dei cittadini”.

FONTE TVOGGISALERNO

Lascia una risposta