La voce di Chiara D´Orio di Praiano e la chitarra di Tortorella di Maiori incantano la Festa della Primavera

0

Inaspettata e ultima “chicca” di una splendida Festa della Primavera organizzata sulla spiaggia di Positano in Costiera amalfitana è stata la voce di Chiara D’Orio, appena 16 anni e già una voce inconfondibile. Chiara frequenta il liceo classico ad Amalfi ed ha seguito corsi di canto a Piano di Sorrento e già si è esibita in vari concerti, non da meno il chitarrista che la ha accompagnata Giovanni Tortorella originario di Maiori. Il ragazzo ha tenuto il palco con competenza, bravura e professionalità. Entrambi ci hanno regalato le ultime emozioni di una splendida giornata prima dell’arrivo delle prime gocce d’acqua. Complimenti da Positanonews a questi giovani che rappresentano la speranza di un futuro migliore ed un modello su come impegnare il proprio tempo in una passione.

Chiediamo a Chiara di parlarci di lei.

“Sono nata il 18 marzo del 1996 a Salerno, ho frequentato le scuole a Praiano, ho preso lezioni di chitarra con il maestro Federico Verdoliva dai 10 fino ai 13 anni a Minori, presso la Bottega Delle Arti del maestro Gerardo Buonocore e la mia prima vera esibizione è stata al “Gusta Gragnano” edizione 2007 (se non ricordo male) dove ho cantato con il tenore Franco Castiglia. Dopo di che, a 13 anni, ho frequentato un corso di canto con Carmen Vitiello e di chitarra con il bravissimo Sabato Calabrese presso il “Teatro Delle Rose” a Piano Di Sorrento. Lo scorso anno ho iniziato a frequentare il Liceo Classico E. Marini di Amalfi e lì ho conosciuto Giovanni Tortorella e altri 3 amici, così abbiamo formato un gruppo i “The Gap” e insieme a loro ci siamo esibiti a Salerno in Piazza Della Concordia in occasione di un motoraduno, poi grazie ad un mio amico che gestisce il “Garden Bar” a Ravello abbiamo suonato anche lì in diverse serate. Sempre quest’estate ci siamo esibiti a Praiano alla “Notte Bianca” poi purtroppo il gruppo si è sciolto. Io ho continuato da sola e mi sono esibita a Ravello all’Auditorium insieme al maestro Francesco Esposito in occasione di una rappresentazione di danza. In seguito io e Giovanni abbiamo deciso di continuare a suonare insieme perchè abbiamo un’immensa passione per la musica. Beh a me piacerebbe molto continuare a cantare, ma so che è il campo musicale è molto incerto quindi dopo il liceo vorrei iscrivermi alla facoltà di medicina e specializzarmi in psichiatria. Secondo il mio parere Zombie è una canzone molto profonda e il testo emoziona anche me, spero di essere riuscita a trasmettere il significato toccante della canzone”.

“Perchè canti?” Beh io canto perchè mi fa stare bene! Bene nel vero senzo della parola. Quando sono sul palco mi sento tranquilla, cantare mi rende forte ed è un mezzo per trasmettere il mio essere o almeno ci provo. Soprattutto, però, canto per me stessa.

 

Lascia una risposta