Juniores (XXV Giornata), Gelbison-Internapoli 1-0

0

 

VALLO DELLA LUCANIA – Con due gare di anticipo la Gelbison Juniores vince il campionato e approda alle finali nazionali. L’Internapoli è aggressivo fin dai primi minuti, ma i pantaleonini non stanno a guardare e la gara è a viso aperto e senza esclusioni di colpi. C’è tensione sui volti e nelle trame delle due squadre, il gioco è spezzettato da tanti falli che rendono sempre più acceso il clima all’interno del rettangolo di gioco. Poche occasioni dall’una e dell’altra parte con Torraca tra i più pericolosi con un paio di tiri verso lo specchio che lambiscono di poco il palo. Ci prova Coccaro sugli sviluppi di un corner e la palla passa a pochi centimetri dal montante. La retroguardia vallese è attentissima e spegne sempre sul nascere le azioni napoletane. Inoltre i padroni di casa  spingono costantemente con i laterali Inverso e Crocamo. Si va negli spogliatoi a tirare un po’ il fiato, la giornata è tipicamente primaverile e il caldo si fa sentire. Si torna su e i ragazzi di casa mostrano subito più dinamismo degli avversari, si vede nei loro occhi la determinazione e la voglia di mettere un punto esclamativo su questo campionato. È il 58’,punizione per i cilentani, Puglia la mette al centro e Santangelo si incunea e calcia in porta, palla ribattuta, arriva il colosso vallese Vertullo che silura Chimenti e fa esplodere il “Morra” di gioia. La partita diventa sempre più accesa, ma i ragazzi di Liguori sanno come gestire certe situazioni e non cadono nel tranello della provocazione. Sulla mediana si combatte, pane per i denti di Cerbone e Passaro e gli avanti si preoccupano più di lottare e mantenere il risultato che fare il secondo gol, anche se lo sfiorano per ben due volte con Sica e Coccaro. Dopo sei interminabili minuti di recupero l’arbitro sancisce la fine dell’incontro e consegna la vittoria del campionato nazionale Juniores ai ragazzi rossoblù che entrano nella storia di questa società calcistica. Infatti si tratta della prima vittoria e tra l’altro si entra storia calcistica di questo territorio che mai ha portato così in alto tanti giovani cilentani di belle speranze e di sani principi. “Sono felicissimo per la vittoria del campionato, – ha detto al termine dell’incontro Alfonso Liguori – ce lo siamo meritati perché abbiamo dimostrato di essere un gruppo fortissimo con una grande società alle spalle. Adesso cercheremo di dare il massimo per ben figurare alle finalissime nazionali. Questo successo lo dedichiamo alla città di Vallo della Lucania e al Cilento tutto, ma personalmente lo dedico a mio padre che mi ha e ci ha sostenuto fin dall’inizio di questa magnifica avventura”.

Tabellino

Gelbison: Lista, Inverso, Crocamo (75’ Pizzolante), Cerbone, Vertullo, Longo, Puglia (55’ Passaro C.), Sica, Coccaro, Santangelo (80’ Iorio), Torraca. A disposizione: Cappuccio Russo, Guzzo, Farro. Allenatore: Alfonso Liguori

Internapoli: Chimenti, Avolio, Vatieri, Rigotti, Papi, Canciello, Ferraro (55’ Palumbo), Pazone (46’ Riccio), Ciccarelli, Coda (50’ Tamarro), Focaccio. A disposizione: Torino, Iervolino. Allenatore: Vincenzo Esposito

Arbitro: Somma di Castellammare di stabia

Reti: 58’ Vertullo (G)

Ammoniti: Pizzone e Rigotti (I); Torraca (G)

Angoli: 6 a 4 per la Gelbison

Spettatori: 300 circa