Maiori, costiera amalfitana. Arrestati due pregiudicati napoletani, rubati attrezzi da un furgone

0

Maiori, costiera amalfitana. Arrestati due pregiudicati napoletani, rubati attrezzi da un furgone . R.C., 38 anni, residente a Cercola, e F.P., 34 anni, originario di Ponticelli, a bordo di una Fiat 500 avevano cominciato la loro perlustrazione lungo la Statale amalfitana. La vittima scelta è stato un elettricista che, per eseguire alcuni lavori in una villa sotto costa, aveva posteggiato il suo Fiat Doblò in una piazzola di emergenza, in localitá Cannaverde, poco prima del centro abitato di Maiori. Furgoncino che è stato svaligiato velocemente dai due pregiudicati, che hanno trasferito sulla loro autovettura tutto il materiale elettrico, comprese diverse attrezzature e un martello pneumatico, per un valore di 8mila euro.

 R.C. e F.P., quindi, hanno continuato il loro cammino in direzione Maiori, probabilmente in cerca di altre “prede”, ma il loro piano è stato cambiato dai carabinieri della locale stazione, diretti dal maresciallo Giuseppe Loria e coordinati dal capitano Alberto Sabba. I militari, infatti, hanno fermati i due nel corso di un normale controllo ed hanno subito notato l’insolito carico. Perciò hanno voluto vederci chiaro e, in seguito alle verifiche, hanno non solo scoperto che il trentottenne e il trentaquattrenne non avevano le fedine penali immacolate, ma pure che F.P. guidava senza avere mai conseguito la patente e che l’auto esibiva un contrassegno assicurativo scaduto da sei anni. Arrestati per furto aggravato, iscritti al registro delle notizie di reato della Procura di Salerno, saranno giudicati domani mattina per direttissima ad Amalfi

All’operazione ha partecipato il corpo dei vigili urbani di Maiori che ha collaborato con i carabinieri ed è intervenuto nell’individuare il proprietario del materiale rubato