Arrestato il presidente dello Yacht Club Capri Massimo Massaccesi.

0

 

Arrestato il presidente dello Yacht Club Capri Massimo Massaccesi. Nel ruolo di giudice tributario è coinvolto nella maxi-inchiesta che ha portato in carcere decine di persone 20/03/2012 – C’è anche Massimo Massaccesi, presidente dello Yacht Club Capri, tra i 16 giudici tributari nei confronti dei quali è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla dda di Napoli per reati che vanno, a vario titolo, dal concorso esterno in associazione camorristica al riciclaggio, dalla corruzione in atti giudiziari al falso. Massaccesi è finito in carcere. In totale 60 sono le persone arrestate, finite ai domiciliari o destinatarie del divieto di dimora. La notizia, riportata da numerosi quotidiani e siti web, è rimbalzata come un fulmine a ciel sereno a Capri dove Massimo Massaccesi è molto conosciuto e stimato: nessuno, probabilmente, avrebbe mai immaginato il suo coinvolgimento in un’inchiesta su camorra e malaffare. A difendere a spada tratta Massaccesi e a dirsi increduli per l’accaduto sono i “colleghi” dello Yacht Club e numerosi amici. Originario del vesuviano, ma da tempo presenza fissa sull’isola azzurra, Massaccesi alternava i suoi incarichi professionali di giudice tributario e di assicuratore con la passione per la vela e per i motori che lo aveva portato, nel 1999, a fondare – assieme ad altri appassionati del mare – lo Yacht club Capri assumendone la presidenza che gestisce ininterrottamente da allora. Il sodalizio caprese organizza annualmente regate veliche di prestigio internazionale tra cui la Rolex Capri sailing week. Tra gli indagati, con un ruolo comunque marginale e defilato nell’inchiesta, c’è anche Sergio Gargiulo, presidente dell’associazione degli albergatori di Capri, destinatario della misura del divieto di dimora a Napoli. Gargiulo, conosciuto da tutti come persona stimata e onesta sull’isola, è pronto a chiarire davanti ai magistrati la sua completa estraneità.

FONTE CAPRINEWS INFORMATORE POPOLARE