Fornito conquista Las Vegas

0

Chi per caso si è trovato a Frattamaggiore venerdì scorso avrà certamente notato che la fila di degustatori che di solito è in attesa di entrare nell’”Antica Pizzeria Frattese”, dove da ogni dove accorrono per gustare la prelibata specialità della Pizza Napoletana Stg elaborata da Umberto Fornito, già Campione mondiale di questa categoria avendone conquistato il titolo nel primo anno di inserimento della Specialità tradizionale garantita della pizza napoletana ai campionati del mondo di Salsomaggiore Terme, era di gran lunga più nutrita. Il motivo lo poteva senz’altro sapere chi, avendo letto i giornali di quella giornata o via Internet, aveva già appreso la notizia del nuovo grande successo ottenuto da Fornito al Pizza Expo, appena conclusosi a Las Vegas, con la conquista del più alto gradino del podio dei vincitori assegnato al pizzaiolo frattese per il “2012 International Pizza ChallengeTM-Italian Style Division” da una qualificata giuria. Già nelle prime ore del mattino una gran folla di estimatori del Fornito (campione campano per eccellenza nell’arte della pizza, che ha più volte dimostrato di esserlo a livello mondiale come per il trofeo vinto anni addietro a Montecarlo e nel 2005 a Salsomaggiore nel 14° campionato mondiale della pizza, oltre ai tanti titoli e diploma assegnatigli in altre competizioni) aveva potuto assistere al suo rientro in patria accolto anche dal sindaco della cittadina dell’hinterland napoletano Francesco Russo e dall’assessore Rosa Bencivenga, che gli hanno voluto riservare una prima grande festa. Certamente provato ma emozionato da queste dimostrazioni d’affetto, il gran maestro Umberto si è particolarmente commosso per le dichiarazioni fattegli dai sette nipotini che hanno scritto su un grande striscione quello che gli hanno consegnato anche attraverso una loro letterina: “Per un nonno davvero molto speciale 1° classificato a Las Vegas. Perché tu sei la nostra gioia, anche se a volte insopportabile perché noi causiamo la tua rabbia. Sappi che per noi sei davvero molto speciale, e qualunque cosa succeda bella o brutta noi saremo sempre al tuo fianco. Ti AMIAMO!. Siamo fieri di te! Anche a Las Vegas ti 6 fatto valere come sai fare tu. Beh nonno 6 la causa del nostro sorriso! Sei Speciale! Da tutti i tuoi nipotini”; la lettera termina con un bel cuore disegnato. Una gigantesca torta e fuochi d’artificio hanno completato quelli che sono i riconoscimenti che l’amministrazione comunale ha manifestato di volere concretizzare con una più significativa festa al detentore e diffusore della più bella immagine che la nostra regione ha sempre più nel mondo con i suoi successi. Fornito ha affermato: “Ritengo di aver realizzato quello che è il sogno di tutti i pizzaioli, quella di Las Vegas è stata un’emozione così intensa che non pensavo di poter provare, anche perchè avevo vinto il premio a Montecarlo che era stato per me il massimo riconoscimento al quale tenevo tanto, poi venne la conquista del titolo nel primo anno dell’Stg a Salsomaggiore e pensavo proprio di aver raggiunto tutto. Questo premio però mi ha emozionato più d’ogni altro e non posso dire perché oltre Oceano, in quanto ne avevo già vinto uno a New York nella competizione mondiale “Pizza Show” dove rappresentavo l’Italia, o per le interviste fatte dagli inviati di Italia1, Studio Aperto, Canale 5 ed altre emittenti Tv, radio e carta stampata. Il perché di tanta emozione, che mi ha fatto rivivere la mia prima vittoria, va forse attribuito a chi ho pensato di dedicare il premio: in primis alla Pizza della mia regione affermatasi storicamente nel mondo, nonchè ovviamente ai miei nipotini e poi ai colleghi Franco Fortunato e Federico Ruggiero che non hanno potuto essere presenti, ma che ci hanno visti dall’alto dei cieli, vittoriosi in questo successo italiano che ci pone ora al primo posto nel mondo nel ChallengeTM-Italian Style Division, una delle quattro categorie, singolarmente in competizione nella kermesse di Las Vegas. Un particolare ringraziamento desidero rivolgere al molino Caputo, con l’imprenditore napoletano Antimo Caputo, che mi ha permesso di partecipare a questo evento mondiale della pizza ed a Sergio Miccù presidente dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani che si sono prodigati nell’organizzazione della mia partecipazione e della intera squadra campana composta da Saverio Ciampi titolare della pizzeria il Fungo di Benevento, che ha conquistato il secondo posto, quindi realizzando una ulteriore vittoria per l’Apn e l’Italia, Giovanni Gagliardi titolare della pizzeria “La Leggenda” a San Felice a Cancello, Simone Fortunato della “Pizzeria Diaz” a Portici, Marcello Avitabile della pizzeria “Da Marcello” di Pagani, Michele Esposito di Foiano BN, Rio di BN, Enzo Cacialli de “Il Pizzaiolo del Presidente” di Via dei Tribunali a Napoli, Augusto e Mario Folliero della pizzeria “Anema e Core” di Anzio, figli del presidente dell’Uept&r Alfredo Folliero, Adolfo Marletta decano ed antico maestro de “La Spaghettata” al Vomero Napoli, Ernesto Pacifico della “Pizzeria Pacifico” a Casoria e Paolo, che ha scattato un gran numero di foto, parente di Antonio Astarita che oltre ad essere famoso con la sua storica pizzeria a Materdei a Napoli ne ha aperta una a New York.

Questo team ha avuto nella tre giorni americana la precisa “missione” di trasmettere i valori dell’antica tradizione culinaria campana, far degustare pizze realizzate con prodotti d’eccellenza, spiegare tecniche e segreti dell’antica arte napoletana nel più affermato e grande contesto mondiale di partecipazione di oltre 10.000 professionisti della pizza, con circa mille espositori e più di ottanta sessioni: l’International Pizza Expo 2012 svoltosi al Convenction Center di Las Vegas.

Giuseppe De Girolamo