Piano di Sorrento Parcheggio di via San Michele, nuova grana per l´amministrazione

0

Piano di Sorrento, Penisola sorrentina Ha del clamoroso la notizia riguardante il possibile stop all’iter per la realizzazione del parcheggio di via San Michele, anche perché arrivata come un fulmine a ciel sereno. Eppure l’indirizzo espresso dal responsabile dell’Area Generale di Coordinamento – Governo del Territorio della Regione Campania, Dottoressa Maria Adinolfi, nell’ambito del procedimento per la realizzazione proprio di un parcheggio interrato da realizzarsi alla Marina della Lobra di Massalubrense, sembra non lasciar adito a dubbi. “Tale realizzazione – è scritto nella nota – risulta in contrasto con le prescrizioni della menzionata zona territoriale, in quanto, nell’eventuale zona di rispetto ambientale, se individuata dal P.R.G., sono possibili solo interventi pubblici per la realizzazione di scuole materne dell’obbligo, di attrezzature di interesse comune e di impianti sportivi, il tutto nel rispetto delle caratteristiche ambientali “, nella nota si precisa inoltre che “…le tipologie di attrezzature di interesse comune, individuate dall’art. 3 del D.M. 1444/68, non contemplano i parcheggi”.

Ebbene l’area su cui dovrebbe sorgere il Parcheggio di San Michele ricade proprio in una zona 2 del PUT e venne trasferita all’epoca nel PRG come verde pubblico e come tale rientrante nelle “attrezzature di interesse comune”, ora alla luce di quanto rilevato dalla Regione Campania, l’intervento non sarebbe più fattibile a meno che non si appresti una variante al PUT.

“L’indirizzo espresso dalla Regione – spiega il capogruppo di “In primo…Piano” Giovanni Iaccarino riporta alla ribalta la vicenda del piano triennale. Infatti tra le osservazioni presentate dal WWF, e che aspettano ancora di essere portate al vaglio del Consiglio comunale, veniva sollevata proprio questa eccezione, ora l’Amministrazione cosa farà, considerato che l’opera è stata anche inserita nell’elenco annuale del 2012, prevedendo per essa l’inizio dei lavori per il II trimestre di questo anno, cioè ora?”

Una domanda più che legittima , una domanda che rischia con il turbare ancor più i sonni del Sindaco Ruggiero, per il quale i parcheggi, pubblici o privati che siano, stanno diventando ultimamente sempre più una autentica croce.