MUNOZ RIAGGUANTA IL LECCE: È 1-1 Di Michele-gol, ma il Palermo non cede

0

Continua il campionato sulle montagne russe di Lecce Palermo. La sfida del Via del Mare, equilibrata e molto tesa, finisce 1-1. Pugliesi in vantaggio al 5′ con un calcio di rigore procurato da Bertolacci e realizzato da Di Michele. Il pari rosanero arriva al 14′, grazie alla zuccata di Munoz.Oddo Bertolo vengono espulsiprima dell’intervallo. Nella ripresa protagonisti i portieri Benassi e Viviano. Lecce a -5 dalla zona salvezza.

LA PARTITA

 Paura di perdere e di farsi male. Ma l’1-1 finale è soprattutto un concentrato di emozioni. Per due squadre che palesano forti limiti, spesso individuali, ma sopperiscono col cuore. Lecce e Palermo muovono la classifica. Giusto di quel punticino utile a sperare in un domani migliore. Che per Cosmivuol dire avvicinarsi all’agognato quart”ultimo posto (occupato dal Parma), per Mutti allontanarsene al più presto. Obiettivo raggiunto, anche se in modo risicato. Senza Miccoli, atteso protagonistaazzannato dal Giudice Sportivo, la gara mette subito in mostra la differente tenuta psicologica delle due squadre. Il Lecce è ben predisposto in fase offensiva e, nonostante qualche buco determinante (Cuadrado), è capace di costruire forcing e occasioni. Il Palermo crolla alla prima difficoltà, ma è bravo a tirarsi fuori in modo cinico, sfruttando il gioco aereo e alzando la squadra coi minuti.

Lecce-Palermo diventa la partita di Ezequiel Munoz. Il difensore argentino, nonostante un recente passato al di sotto delle enormi attese che gravitano sul suo conto, è il punto fermo di una difesa che soffre l’assenza prolungata di Silvestre. Munoz, appunto, è l’autentico protagonista del primo quarto d’ora: a una manciata di minuti dal via placca in modo sconveniente Bertolacci in area di rigore. Di Michele va sul dischetto e realizza il gol dell’ex. Il difensore, però, si produce anche in numerose percussioni offensive, trovando al 15′ lo stacco giusto per ricucire il passivo. La gara si assesta sui binari dell’equilibrio, anche se per due volte nell’intervallo fra i gol, Bertolacci mancava da pochi passi ilprecoce benservito alla banda di Mutti. Lo scenario cambia quando Oddo piomba su Hernandez e interrompe la sua corsa a rete: Tagliavento, smaltito il dilemma del gol fantasma di Muntari, ci vede benissimo e lo caccia. In 10 è più dura per i salentini, mentre il Palermo è costretto ad abbandonare la maschera della timidezza e prova a costruire qualcosina. Ilicic sembra stranamente ispirato.Hernandez, invece, sembra svuotato dall’ennesimo infortunio e sbaglia l’inverosimile negli ultimi sedici metri. Il Lecce respira quando Bertolo, minuto 41, colpisce Delvecchio con mezza capocciata e lo sbatte al suolo: rosso bis, parità numerica ristabilita.

Torna lo spirito iniziale. Il Lecce si mostra spregiudicato ma è costretto a concedere qualcosa alleripartenze avversarie. Ilicic sbaglia a tu per tu con Benassi dopo un coast to coast a due chilometri orari. Poi è Viviano a ribadirsi ostile nei confronti di Delvecchio (e Miglionico) quando la sua difesa si concede un riposino imprevisto. Occasioni da una parte e dall’altra e sprechi a non finire. Anche Muriel, agile e scattante, deve fare i conti con i progressi in recupero di Aguirregaray. E Zahavi, che rinfoltisce l’attacco rosanero a metà ripresa, sfiora il vantaggio ospite. Potrebbero segnare tutti. Ma si resta in parità. Un punto che alla vigilia sembrava quasi insulso. E che, in fondo, ha il suo bel perché. Uscire senza lividi dal Via del Mare rappresenta un bel punto di partenza per entrambe le squadre.

 

LE PAGELLE

 

Benassi 6,5 – Mezzo punto in meno rispetto al collega-rivale. Colpa di un’uscita avventata che ridà fiato al Palermo col gol dell’1-1. Nella ripresa è impeccabile su Ilicic (due volte) e Zahavi. Il Lecce, che fa gioco a testa bassa, si aggrappa a lui e resta a galla

Viviano 7 – Non deve compiere interventi straordinari, ma mostra una straordinaria costanza per tutta la partita. Interventi facili e meno facili, shakerati alla perfezione. Mostra una padronanza non occasionale e guida la difesa

Muriel 6 – Si mangia Labrin nell’inizio funesto del Lecce. E’ quello che paga maggiormente l’espulsione di Oddo e la sostituzione di Bertolacci. Non ha molti palloni giocabili e solo nella ripresa torna vivo. I difensori del Palermo lo tengono a bada

Ilicic 6 – E’ un piacere vederlo col pallone fra i piedi. Ma da fermo. Quando gli si chiede di correre, il suo ego si rifiuta. L’occasione sbagliata in avvio di ripresa, quando al limite dell’area piccola calcia in bocca al portiere, indispone non poco. Poi pallonetto pregevole e sostituzione. Ma come finalizzatore vale pochino

Delvecchio 6,5 – Fa legna e si libera al tiro. Sovrasta per bnuona parte del match Donati e gli impedisce di ragionare. Battibecca astutamente con Bertolo e si guadagna il 10 vs 10. Un polmone in più nel centrocampo giallorosso

Hernandez 5,5 – Gioca 60′ e arriva alla fine con l’acqua alla gola. Non partiva titolare dallo scorso novembre. Dovrebbe risultare decisivo negli spazi, ma niente. Il gol manca e il Palermo, anche per colpa sua, resta al palo in trasferta: 0 vittorie, 5 pari e addirittura 9 sconfitte

 

IL TABELLINO

 

LECCE-PALERMO 1-1

Lecce (3-5-2): Benassi 6,5, Oddo 4,5, Esposito 6 (44′ st Corvia sv), Miglionico 6; Blasi 6 (38′ st Obodo sv), Delvecchio 6,5, Giacomazzi 6,5, Bertolacci 6 (22′ Tomovic 6), Brivio 6; Muriel 6, Di Michele 6,5. A disp.: Petrachi, Di Matteo, Giandonato, Bojinov. All.: Cosmi 6 
Palermo (3-5-2): Viviano 7; Munoz 6,5, Mantovani 6, Labrin 5,5; Aguirregaray 6,5, Migliaccio 6, Donati 5,5, Bertolo 4,5, Balzaretti 6 (35′ st Acquah sv); Ilicic 6 (28′ st Zahavi 6), Hernandez 5,5 (15′ st Budan 6). A disp.: Tzorvas, Milanovic, Della Rocca, Vazquez. All.: Mutti.
Arbitro: Tagliavento
Marcatori: 6′ rig. Di Michele (L), 15′ Munoz (P)
Ammoniti: Munoz (P), Bertolacci (L), Giacomazzi (L), Brivio (L), Mantovani (P)
Espulsi: 17′ Oddo (L) per fallo su chiara occasione da gol, 41′ Bertolo (P) per gioco violento

fonte:sportmediaset  

Dal mio blog 

 

 
 
 

La Primavera del Napoli ha pareggiato 3-3 a Palermo

Il week end degli azzurrini La Primavera del Napoli ha pareggiato 3-3 a Palermo. Azzurrini subito avanti con Dezi che segna su calcio di rigore e poi ancora in gol sul finire di tempo ancora con Dezi sempre su
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Udinese-Napoli, le probabili formazioni.Out Maggio,Lavezzi,Hamsik-problemi per Mazzarri

UDINESE (4-4-1-1): Handanovic; Ekstrand, Danilo, Domizzi, Pasquale; Fernandes, Pinzi, Pazienza, Asamoah; Fabbrini, Di Natale. A disposizione: Padelli, Coda, Battocchio, Armero, Abdi, Barreto, Floro Flores. All.
 

 

 

 

 

 

 

 

18 Marzo 2014, 15.30 – Udinese Napoli stasera ore 20,45
 
 
 

Udinese Napoli stasera ore 20,45

Udinese-Napoli alle ore 20,45 al Friuli per il posticipo della nona giornata di ritorno di Serie A. Arbitra Rocchi di
 

 

 

 

 

 

 

 

18 Marzo 2014, 15.26 – Napoli Catania,biglietti da domani 19
 
 
 

Napoli Catania,biglietti da domani 19

Napoli-Catania, biglietti da domani Dal 19 marzo alle ore 16,00 saranno in vendita i biglietti per Napoli-Catania, decima giornata di ritorno di Serie A di domenica 25 marzo al San Paolo alle ore 15,00. I tagliandi potranno
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Mazzarri:amarezza diventi forza positiva Domani sera Napoli a Udine per dimenticare il Chelsea

Trasformare l’amarezza in forze positive.Questa la strada tracciata da Walter Mazzarri, tecnico di un Napoli che domani sera riparte dalla trasferta di Udine per dimenticare la sconfitta contro il Chelsea e ricominciare la
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Guidolin:Udinese e Napoli sono da terzo posto»

UDINE – “L’eliminazione dalla coppa brucia, avevo l’ultima occasione”. Il capitano dell’Udinese Antonio Di Natale commenta così il sogno europeo sfumato giovedì con l’Az Alkmaar. “C’è rammarico – ha aggiunto, a margine
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Napoli,i convocati di Mazzarri.Out Lavezzi e Maggio

Problemi per Mazzarri: l’esterno non ha ancora smaltito la botta alla gamba subìta a Londra, mentre il Pocho accusa un affaticamento muscolare e resterà a riposo a scopo precauzionale UDINE – Due giorni dopo, la malinconia
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Napoli asfissiante, così i campioni fuggono! lasciare gli azzurri in pace per strada è indice di civiltà

È un problema che viene da lontano quello del fanatismo verso i calciatori del Napoli. Ciò che gli viene dato in termini di calore e seguito si trasforma in un boomerang nella vita privata. Maradonachiese a Ferlaino di
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

La conferenza stampa di Mazzarri in diretta live

Ci sono ancora 33 punti a disposizione noi lavoriamo e andiamo per la nostra strada,Cavani ha un grande futuro davanti,Di Natale grandissimo giocatore ma è a fine carriera In Champion è stato un Napoli grandissimo da
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Napoli, Pandev e Dzemaili al Friuli Lavezzi e Gargano verso la panchina

Al Friuli di Udine andrà di scena unNapoli sicuramente provato dall’impegno di Champions e Mazzarripensa al turnover. Certo l’ingresso diDzemaili al posto di Gargano e potrebbe esserci anche il recupero diChristian
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Udinese Napoli,Dirige il match l'arbitro Rocchi di Firenze I precedenti

L’analisi della partita-Occhio all’Udinese che cerca vendetta Quello che domani sera giocherà al Friuli sarà un’altra squadra ferita, che si sta leccando le ferite e che contenderà ai bianconeri tre punti che valgono il
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Castel Volturno, seduta pomeridiana: Britos e Grava verso il recupero

Gli azzurri preparano il match di Udine  di domenica (ore 20,45) per il posticipo della nona giornata di ritorno di Serie A. Grava e Britos sono sulla via del recupero ed hanno lavorato in gruppo. Terapie e massaggi per
 

 

 

 

CALCIO SERIE A

 

 

 

Pinilla, e’ stato un successo del gruppo L’attaccante del Cagliari autore della tripletta al Cesena PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele De Lucia   
Martedì 18 Marzo 2014 19:38
Questa e’ una vittoria importante perche’ arrivata in un momento difficile – dice Pinilla dopo la vittoria del Cagliari sul Cesena – Ed e’ stata un successo del gruppo: se ho fatto tre reti, il merito e’ dei miei compagni”.

Poi un pensiero al collega di reparto Larrivey: ”Dobbiamo essere tutti vicini a lui che sta vivendo un momento psicologico non facile. Tornare in panchina dopo la…

leggi tutto…

 

Legrottaglie: Europa? Guardiamo avanti ‘Ora il Catania giochera’ con maggiore tranquillita” PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele De Lucia   
Martedì 18 Marzo 2014 19:37
Siamo una squadra che se la può giocare con chiunque, e non abbiamo paura di alcuno. La nostra classifica? Adesso giocheremo con maggiore tranquillità, senza l’assillo di guardare la parte bassa della graduatoria”. Così Nicola Legrottaglie commenta con Sky la posizione del Catania che, con un suo gol, ha battuto la Lazio al Massimino, avvicinando la squadra in zona Europa League. “Io mi…
leggi tutto…

 

Lotito: ko ingiusto e Reja resta ‘Quando le occasioni non si concretizzano, si viene penalizzati’ PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele De Lucia   
Martedì 18 Marzo 2014 19:34
La sconfitta di Catania è ingiusta e e la Lazio deve essere più “cinica”, nessun problema sul futuro immediato di Edy Reja: “Resterà fino al termine del campionato”.

Queste le indicazioni di Claudio Lotito al termine del ko di Catania. ‘Nel calcio quando uno ha le occasioni e non le concretizza viene penalizzato – dice ai microfoni di ‘Stadio Sprint’ di Raidue – Era una partita aperta…

leggi tutto…

 

Inter: striscione piccolo tifoso Filippo Tifoso 9 anni espone scritta e disegni scaramantici PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele De Lucia   
Martedì 18 Marzo 2014 18:48
Non resta che la scaramanzia al piccolo Filippo, l’ormai celebre tifoso interista di nove anni che praticamente a ogni partita casalinga della sua squadra del cuore espone uno striscione con un messaggio per l’Inter. In occasione della partita contro l’Atalanta, ha quindi sollevato un striscione con sopra disegnati peperoncino, quadrifoglio, aglio e un ferro di cavallo, e la scritta ‘Proviamo…
leggi tutto…

 

BOLOGNA E CHIEVO A VISO APERTO: 2-2 I gialloblu si fanno riprendere 2 volte PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele De Lucia   
Martedì 18 Marzo 2014 18:43
Chievo Verona sprecone e Bologna cinico: finisce in pareggio 2-2 il match del Dall’Ara, valido per la 28.esima giornata di Serie A. I gialloblu vanno in vantaggio per due volte, ma si fanno riprendere in entrambe le occasioni. Gli ospiti trovano l’1-0 nel primo tempo con il gol fortunoso di Andreolli 26′ a cui risponde Di Vaio nella ripresa (59′).Thereau, al 68′, riporta avanti il Chievo…
leggi tutto…

 

PER IL NOVARA SI ACCENDE LA SPERANZA Rigoni e Porcari castigano il Siena PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele De Lucia   
Martedì 18 Marzo 2014 18:40
Siena-Novara, LaPresseIl Novara passa 2-0 a Siena in una gara valida per la 28esima giornata di Serie A. Piemontesi in vantaggio al27′ della ripresa con Rigoni che beffa Pegolo. A chiudere la partita ci pensaPorcari che, al 36′, trova il raddoppio con un destro di controbalzo appena fuori dall’area. Anche in precedenza il Novara era andato vicino al vantaggio con Mascara, Jeda e Lisuzzo. L’undici di Tesser…
leggi tutto…

 

MUNOZ RIAGGUANTA IL LECCE: È 1-1 Di Michele-gol, ma il Palermo non cede PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele De Lucia   
Martedì 18 Marzo 2014 18:37
Munoz e Migliaccio, LapresseContinua il campionato sulle montagne russe di Lecce e Palermo. La sfida del Via del Mare, equilibrata e molto tesa, finisce 1-1. Pugliesi in vantaggio al 5′ con un calcio di rigore procurato da Bertolacci e realizzato da Di Michele. Il pari rosanero arriva al 14′, grazie alla zuccata di Munoz.Oddo e Bertolo vengono espulsiprima dell’intervallo. Nella ripresa protagonisti i portieri…
leggi tutto…

 

LEGROTTAGLIE-GOL, CATANIA “EUROPEO” Al “Massimino” battuta la Lazio 1-0 PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele De Lucia   
Martedì 18 Marzo 2014 18:32
Catania-Lazio (LaPresse)Il Catania incamera il nono risultato utile nelle ultime dieci partite e aggancia clamorosamente la zona Europa League. Al “Massimino” i siciliani piegano una Lazio solo discreta per 1-0. Una partita ben giocata e ricca di occasioni, con un tempo per parte, ma decisa da Legrottaglie, strepitoso in difesa e match-winner con il gol che al 35′ della ripresa rompe gli equilibri. I…
leggi tutto…

 

Il Cagliari torna a sorridere, Pinilla affonda il Cesena 3-0 PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele De Lucia   
Martedì 18 Marzo 2014 18:28
Cagliari, Cesena, PinillaUna tripletta del cileno, arrivato a gennaio dal Palermo, decide l’anticipo di mezzogiorno della 28esima giornata. Il ritorno vincente sulla panchina dei sardi dell’ex Ficcadenti spegne forse definitivamente ogni speranza di salvezza degli emiliani

CAGLIARI-CESENA 3-0
14′ e 46′ pt e 57′ rig. Pinilla

La vendetta dell’ex nel giorno del ritorno dell’ex. Il Cagliari ritrova i tre punti proprio…

leggi tutto…

 

Pirlo: mio gol dedicato a Muamba ‘Siamo vicini ad un collega che si trova in difficolta” PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele De Lucia   
Martedì 18 Marzo 2014 15:08
Volevo dedicare questo gol a Muamba del Bolton, che oggi si è sentito male in Inghilterra, accasciandosi al suolo. Siamo vicini ad un collega in difficoltà”. Cosi’ Andrea Pirlo alla fine di Fiorentina-Juve (0-5). “Oggi era importante rimanere attaccati al Milan -aggiunge-. Abbiamo fatto tanti gol, ma sarebbe stato importante farne un po’ meno qui e qualcuno in altre occasioni. L’uomo in…