NAPOLI USINESE DOMANI ORE 20,45.DIRIGE IL MATCH L´ARBITRO ROCCHI DI FIRENZE.I PRECEDENTI

0

Udinese-Napoli, i precedenti. Dirige Rocchi di Firenze

 

L’analisi della partita-Occhio all’Udinese che cerca vendetta

Quello che domani sera giocherà al Friuli sarà un’altra squadra ferita, che si sta leccando le ferite e che contenderà ai bianconeri tre punti che valgono il sogno di tornare in Champions League: il Napoli di Walter Mazzarri. Gli azzurri tornano da Londra, dove hanno pagato i dazio della debuttante nella massima competizione continentale, superati da una squadra di gran lunga più esperta in campo internazionale. Spazio quindi sul campionato e quello che andrà in scena domenica sa già di spareggio, considerata la posizione di entrambe le squadre, appaiate al quarto posto.

Il modulo di gioco degli azzurri è simile a quello dei ragazzi di Guidolin: difesa a 3, centrocampo di sostanza e fantasia davanti. Un solo assente, se si esclude il lungodegente Donadel, mai visto in questa stagione: Christian Maggio. L’esterno destro è uscito malconcio da uno scontro con Joe Cole nel match di coppa e con ogni probabilità non sarà forzato. Al suo posto giocherà Zuniga e sarà interessante assistere a una sfida in corsia col connazionale Armero.

Davanti all’ex di turno Morgan De Sanctis ci sarà un trio a sorpresa, poiché Mazzarri sembra orientato a cambiare qualche pedina: a Cannavaro e Campagnaro potrebbero far spazio Britos e Fernandez, a completare il reparto con Aronica. Oltre a Zuniga la mediana dovrebbe proporre Dzemaili al posto di Gargano. Lo svizzero farà diga centrale col connazionale Inler a coprire Marek Hamsik, mentre sulla corsia sinistra Dossena si dividerà fra compiti difensivi e ripartenze.

Davanti sicuro solo Cavani, mentre per il ruolo di partner d’attacco sarà lotta fra il Pocho Lavezzi e Pandev.

Ciò che spaventa di più all’Udinese è lo stato di forma dei partenopei che in campionato vengono da una striscia di cinque vittorie consecutive: un ruolino di marcia impressionante, che ha portato la squadra da un’anonima posizione di classifica alle zone più nobili. All’andata furono proprio gli azzurri a infliggere la prima sconfitta all’Udinese, un 2-0 che adesso chiede vendetta. 

templ

 

I 33 PRECEDENTI
(tra serie A, serie B e Coppa Italia)

12 vittorie dell’Udinese
16 pareggi
5 vittorie del Napoli
52 gol dell’Udinese
38 gol del Napoli

L’ultima vittoria dell’Udinese:
3-1 il 28 novembre 2010
16’ p.t. (rig), 45’ p.t. e 12’ s.t. Di Natale (U), 13’ s.t. Hamsik (N)

L’ultimo pareggio:
0-0 il 21 settembre 2008

L’ultima vittoria del Napoli:
0-5 il 2 settembre 2007
16’ p.t. Zalayeta, 41’ p.t. Domizzi, 20’ s.t. Lavezzi, 25’ s.t. Zalayeta, 36’ s.t. Sosa

– L’ARBITRO –

Gianluca Rocchi di Firenze, 39 anni ad agosto, internazionale, è alla nona stagione nella Can di A e B.
L’esordio in serie A in Lecce-Reggina 2-1 del 16 maggio 2004
Vanta 119 presenze in serie A e 81 in B

I quindici precedenti con il Napoli
quattordici in campionato e uno in Coppa Italia:
sette vittorie, tre pareggi e cinque sconfitte:
6 gennaio 2004: Bari-Napoli 0-0
8 ottobre 2006: Napoli-Rimini 1-0
10 giugno 2007: Genoa-Napoli 0-0
9 dicembre 2007: Napoli-Parma 1-0
20 gennaio 2008: Napoli- Lazio 2-2
16 marzo 2008. Juventus-Napoli 1-0
24 settembre 2008: Napoli-Palermo 2-1
2 novembre 2008: Milan-Napoli 1-0
10 novembre 2010: Cagliari-Napoli 0-1
6 gennaio 2011: Inter-Napoli 3-1
30 gennaio 2011: Napoli-Sampdoria 4-0
28 febbraio 2011: Milan-Napoli 3-0
1 ottobre 2011 : Inter-Napoli 0-3
29 gennaio 2012: Genoa-Napoli 3-2

In più, in Coppa Italia: 23 agosto 2006: Napoli-Ascoli 1-0 d.t.s.
COSI’ IN CARRIERA:
200 presenze (119 in A e 81 in B)

84 vittorie interne (il 42%)
52 pareggi (il 26%)
64 vittorie esterne (il 32%)

1.065 ammonizioni (più di 5 partita)
86 espulsioni (circa una ogni 2 a partite)
81 rigori (circa uno ogni 2 partite)
6.999 falli fischiati (circa 35 a partita)

Fonte:sscnapoli