SALERNO SANITA´: BORTOLETTI FINISCE KO

0

E’ una vittoria, seppure parziale, ma rappresenta una rivincita del mondo della politica nei confronti dei manager della sanità . Da Napoli, infatti, arriva la notizia del congelamento della delibera con la quale il manager BORTOLETTI vietava i trasferimenti verso l’azienda ospedaliera. Passa la linea del consigliere regionale del Partito del Popolo della Libertà GIOVANNI BALDI che, all’interno della Commissione Sanità , ha voluto sostenere le ragioni che erano stato portate avanti nell’Asl di Salerno dalla sub commissaria SARA CAROPRESO. Un asse che si rinsalda e che ancora una volta boccia l’operato del Commissario Straordinario MAURIZIO BORTOLETTI, oggi in minoranza, tanto sotto l’aspetto politico che sotto quello manageriale. Dall’inizio dell’anno, infatti, si è praticamente interrotto il dialogo tra BORTOLETTI ed i vertici del PDL della provincia di Salerno: a giocare un ruolo determinante la sua lunga, lunghissima assenza dagli uffici di Via Nizza ma anche la scarsa attenzione verso alcuni temi che erano stati proposti e portati avanti dai consiglieri regionali come anche dalle due sub commissarie ANNUNZIATA e CAROPRESO. Oggi arriva l’ennesimo colpo che boccia l’operato di BORTOLETTI. E, secondo le voci che giungono da Napoli, la battaglia interna non finisce qui. Intanto sulla vicenda del bando del servizio di 118, in attesa della nuova gara, interviene il Consigliere Regionale del PD GIANFRANCO VALIANTE che parla “di pericolose infiltrazioni sul territorio della provincia di Salerno dove stanno operando aziende provenienti dal Casertano e dal Napoletano che tutto fanno fuorchè servizio di emergenza territoriale”

TVOGGI SALERNO